mercoledì , Luglio 17 2024

La moda è sempre tg 40?

Event: (id=73905) Victoria'S Secret Show Location: Stati Uniti New York. People: Kerr Miranda

La moda è sempre e solo taglia 40?

Una delle poche certezze che abbiamo è che il canone di estetica in passerella ruota attorno alla tg 40.

Innumerevoli le polemiche intorno a questo “requisito” indispensabile e ricercato, sinonimo di estrema bellezza.

Dagli anni ’90 ad oggi abbiamo visto nella società e nella passerella, mutare anno dopo anno, il canone dell’estetica e l’importanza del corpo.

Da corpi formosi e rotondeggianti siamo passati a corpi sempre più magri e spigolosi.

Sappiamo bene che da anni la ricerca delle grandi griffe dell’alta moda sviluppa campionari tg 40, indossati da donne asciutte, talvolta dalla magrezza perfino contestata e oggetto di polemica.

Credo che fondamentalmente l’indignazione dei più sensibili e la messa in discussione dell’utenza media, trovi senso nel fatto che la donna media non si rispecchia in quel canone di estetica e non si sente rappresentata oggettivamente.

Cosa, psicologicamente, scateni un certo tipo di “messa in scena” di un  canone estetico non sta a me esaminarlo e sicuramente è un argomento parecchio complesso e discusso, ma posso dire da donna, pur essendo in taglia e sentendomi bene all’interno del mio corpo, che l’immagine  e il messaggio che passa troppo spesso dalle fila del fashion system è abbastanza “pericoloso”.

Bello= magro è un concetto troppo semplice e molto discutibile, come lo è magro= sano.

Molto difficile sviscerare non in maniera superficiale questa tendenza.

E quindi immaginiamo l’ultima collezione di Victoria’s Secret, ad esempio, piuttosto che di Chanel e di fronte agli occhi abbiamo corpi scarni che indossano outfit che fanno sognare ogni donna.

Però sappiamo che oltre a questo mondo delle top magre ci sono da qualche tempo a  contendersi spazio nel mondo della moda le cosidette modelle “Curvy” , quelle più morbide dalla taglia 46 in su.

Queste donne sembrano essere  la vera rivoluzione del fashion system odierno, perché, over is better!

Ashley Grahal, Robyn Lawley, Jennie Runk, Candice Huffine… sono solo alcuni dei nomi di modelle curvy famosissime.

runk

Le curvy models, ovvero le modelle dalle forme generose e morbide, sono sempre più apprezzate e richieste dal fashion system, facendosi portavoce di una nuova concezione di bellezza, non più necessariamente sinonimo di (in alcuni casi eccessiva) “magrezza”, ma di elogio della femminilità a 360 gradi.

Come accade nel panorama della tg 40, dove ci sono oltre che le top model anche tante blogger a rappresentare e raccontare il fashion system, anche nel mondo curvy ci sono diverse esponenti che raccontano loro stesse in chiave “moda”.

Katie Sturino ad esempio! Fashion blogger del blog: “The12ishstyle”, tg 44, Newyorkese.

sturino

D’altronde in una società cosi evoluta come la nostra, dove il benessere è il primo pensiero e la prima necessità, con un tale accesso all’informazione,  come si fa a pensare quantomeno di annuire di fronte alla credenza bello= magro=sano e rimanere impassibili di fronte a certe estetiche?

magra

Questa tendenza del curvy che si sta naturalmente diffondendo ampiamente anche nelle collezioni, che sia un vento di cambiamento importante?

Ce lo auguriamo.

Quantomeno, far passare il messaggio alle nuove generazioni, che non è strettamente necessario essere magre e assomigliare alle modelle della passerella.

L’importante è stare bene nel proprio corpo, con i propri difetti e concentrarsi sulla salute, che spesso e volentieri è sinonimo di bellezza.

Giulia Castellani

About Giulia Castellani

Prova anche

Buon vento piccola donna!

Quando io mi trovo in una situazione di poca chiarezza sulla strada da prendere, sulla …

Lascia un commento