mercoledì , Luglio 24 2024

Borgo San Giuliano XX Festa de’ Borg

XX Festa de’ Borg: condividere due giorni perfetti

Quando la terra ha tremato in Centro Italia, abbiamo capito a fronte di questa tragedia che ha colpito tutto il nostro Paese e toccato anche l’opinione pubblica mondiale, che l’unica parola che può davvero consentire di superare le difficoltà e di ricostruire, non solo i luoghi, ma anche i rapporti tra le persone è: condivisione.

XX Festa de’ Borg: Perfect Day Tanimodi

Lo sanno bene anche i volontari della Società de’ Borg che già da due anni stavano lavorando proprio sul tema del ‘condividere’ per realizzare la XX edizione della Festa de’ Borg, l’evento atteso da tutta Rimini e che abbraccerà lo storico Borgo San Giuliano dal 2 al 4 settembre prossimi. Uno stare insieme che ha senso, e dà senso: l’unica modalità per costruire quel Perfect Day (giorno perfetto) che è anche il titolo dell’edizione che sancisce il taglio del traguardo dei quarant’anni. La festa avrà il suo culmine presso il Borgo San Giuliano nei giorni di sabato 3 e domenica 4 settembre, dove sono concentrati i maggiori eventi, ma già venerdì 2 settembre sarà possibile ‘gustare’ un ‘aperitivo’ della festa, con una serata speciale lungo il portocanale.

società de' Borg foto conferenza stampa

 

XX Festa de’ Borg: un programma ricchissimo anche di novità

Tra le novità dell’evento, annunciate in conferenza stampa da un emozionato Stefano Tonini, presidente della Società de’ Borg – affiancato da rappresentanti delle istituzioni, volontari, amici, sponsor – la ‘riconquista’ di alcuni spazi. In primis, il portocanale: la banchina infatti sarà utilizzata tutta, dal ponte di Tiberio fino al ponte dei Mille, come luogo di spettacoli e momenti ludici. Grazie alla recente riorganizzazione della rete stradale promossa dal Comune di Rimini, nel Borgo è rinata anche piazza Vannoni, trasformata in un giardino, dove si terrà un concerto particolarissimo (ne parliamo più avanti). Vere ‘chicche’ sono poi piazzetta Gabena, dove è spuntato un giardino, e via Trari, dove adesso c’è un orto: due occhi verdi aperti sul Borgo, realizzati e curati grazie ai 27 e più volontari del Ci.Vi.Vo FarmBorg.  Il tema della condivisione è stato declinato in sette aree: condividere un borgo, la tavola, il pianeta, viaggi e culture, innovazione, benessere, futuro. A fronte di un programma ricchissimo rimandiamo per il dettaglio al sito Internet della Società de’ Borg, e ci soffermiamo su quello che ci ha colpito di più.

Orto via Triari
Orto via Trari

 

Venerdì 2 settembre: ouverture a pelo d’acqua

Lungo il portocanale, dalle 19 a notte fonda, ‘Anteprima Rive Douce’: live music e performance in attesa della Perfezione, dal ponte di Tiberio al ponte dei Mille. A pelo d’acqua, senza paura. E ci sarà l’inaugurazione in piazzetta Ortaggi de ‘E mur di suranom’, ovvero il muro dei soprannomi, dedicato ai personaggi storici del Borgo San Giuliano. Un’idea originale di Tonino Guerra mai realizzata prima. Alle 21.00 proiezione del film documentario ‘Due o tre cose che so di lei. Tonino Guerra e la Romagna’.

particolare portocanale

Sabato 3 settembre: Parata, Grandi Visioni, Sei Gradi di Perfezione

Da piazza Cavour al Borgo, alle ore 20.30, prende il via la Grande Parata Inaugurale, evento che segna l’inizio ufficiale della manifestazione: un invito rivolto a tutta la città di entrare nel Borgo. Alle 21.30 nell’invaso del ponte di Tiberio, un interessante documentario realizzato con interviste fatte ai bambini della scuola elementare del Borgo: ‘Grandi Visioni’, piccoli occhi per grandi speranze. I bambini raccontato davanti alle telecamere la loro ‘giornata perfetta’. A seguire alle 22.00 ‘Sei Gradi di Perfezione’ il grande concerto – in collaborazione con la Sagra Musicale Malatestiana, Orchestra Lettimi e Coro Amintore Galli – che vedrà sul palco 100 artisti tutti made in Rimini, impegnati nella traduzione spettacolare della fortunata trasmissione radiofonica di Rai3 ‘Sei Gradi’. Intervallata dalla voce narrante di Alessia Canducci, la musica si snoderà dal ‘Laudate Hominem’ di Fabrizio de Andrè per arrivare sino a ‘Perfect Day’ di Lou Reed, lungo un percorso musicale unico, con brani di diversi generi che si raccordano fra di loro in maniera peculiare. Ancora: alle 23.00 lungo il portocanale il teatro comico ‘Coffee Scioc – Compagnia dei Ciarlatani’; alle 21.00 in piazzale Vannoni ‘Spartiti per Scutari Orkestra’, concerto di musica trandizionale balcanica, inserita nel programma ‘condividere viaggi e culture’.

ponte di tiberio

 

Domenica 4 settembre: un tenue fuoco, dall’Invocazione all’Umano alla Scarpato Pirotecnica

Alle 21.00 l’invaso dedica un momento alla spiritualità con ‘Invocazione all’umano’: un evento che coinvolge rappresentanti delle religioni monoteiste, impegnati a tenere viva la fiammella della speranza, della condivisione. Da questa stessa luce – fragile, tenue – si ‘accenderanno’ gli spettacoli successivi. Alle 21.30 la premiazione del concorso video Looping Hope poi alle 22.30 ‘La speranza divampa’ con lo spettacolo ‘The Waste Fire’ proposto dai Mutoid con fuochi e sculture ‘in fiamme’ danzanti sull’acqua dell’invaso del ponte di Tiberio. Chiude la serata e la festa, alle 23.30, lo spettacolo pirotecnico Scarpato.

 

Prima della festa: una passeggiata nel borgo San Giuliano

E allora, prima della ‘prima’, siamo andati a vedere, bicicletta al seguito, come si sta preparando il borgo alla ventesima edizione della festa. Lungo le strade, sbirciando nelle case, nei garage, è tutto un brulicare operoso di persone intente a verniciare, spolverare, dare aria, pulire, allestire, addobbare. Davvero si respira quello che Tonini ha detto in occasione della presentazione alla stampa della festa: il tentativo di coinvolgere in questo evento tutto il borgo, fatto non solo dagli ‘storici’ borghigiani, ma anche da giovani e famiglie che, negli ultimi anni, si sono ritrovati come nuovi abitanti e residenti e che della festa avevano solo sentito parlare. Un tentativo perfettamente riuscito. E sono davvero ben riusciti anche piazzetta Gabena e via Triari: un giardino rinato, uno spazio da meditazione; e un orto urbano condiviso, dove crescono fragole, melanzane, pomodori, erbe aromatiche come rosmarino, menta, erba cipollina, salvia e tanto altro ancora.

Piazzetta Gabena
Piazzetta Gabena

Una casa nel borgo

 

XX Festa de’ Borg: gran carrellata finale

Meritano una citazione: Sergio Serafini, past president della Società de’ Borg, che ha dichiarato ottant’anni ma ne dimostra al massimo sessanta – non ce ne voglia – che sabato 3 e domenica 4 settembre sarà impegnato, mattina e pomeriggio, nella conduzione di tour per il Borgo sul filo della memoria. Perchè questo Perfect Day che guarda al futuro, ha un passato ricco fatto di persone e volti, storie che Sergio non vede l’ora di raccontare. E poi novità dell’edizione numero XX sono anche l’area bimbi: giostre, giochi, letture, laboratori. In particolare ricordiamo i Magnifici Lettori Volontari del Centro per le Famiglie che saranno impegnati sabato e domenica nel reparto di oncologia pediatrica, per leggere ai bambini la Storia del Manifesto di Perfect Day, scritta da Marianna Balducci, anche illustratrice di tutta la ‘creatività della Festa. New entry anche l’area benessere: tanta attività fisica all’aperto, tra cui la Camminata del Benessere (venerdì 2 settembre 20.30-23.00 a cura de La Pedivella) e la corsa podistica Park Run (sabato 3 settembre dalle 9.00). E poi yoga, feldenkrais, pilates, zumba, green training, etc.

nomi di borghigiani storici
nomi di borghigiani storici

 

XX Festa de’ Borg: condividere il cibo, anche con Amatrice

La festa, come hanno ricordato gli organizzatori, si sostiene grazie: agli sponsor, al contributo del Comune di Rimini, ai biglietti della lotteria, e agli stand gastronomici. Quest’anno fa la comparsa lo stand dedicato alle persone celiache (piazzetta Gabena) e a chi è vegetariano-vegano (piazzale Vannoni). Presso piazzale Tiberio, negli stand di food tradizionale, sarà possibile pagare anche con satispay (cioè con il cellulare). Nello spazio gestito dai volontari della Protezione Civile si potrà acquistare a 5 Euro un piatto di spaghetti all’Amatriciana per Amatrice. L’incasso sarà devoluto in favore dei terremotati.

 

XX Festa de’ Borg: attenzione alla viabilità

L’assessore comunale Jamil Sadegholvaad ricorda, prima della fine dell’incontro con la stampa, che con la chiusura del Borgo durante la festa, resterà aperto sia sabato 3 che domenica 4 il varco di piazza Ferrari/corso Giovanni XXIII. Telecamera spenta per lasciare aperta una via che consenta di passare da mare a monte, senza transitare dal Ponte di Tiberio. Un’anteprima di futuro, in vista della tanto attesa quanto temuta pedonalizzazione che verrà. Intanto, siamo pronti a goderci due giorni perfetti. Tanimodi.

Cargo bik

 

Crick

About Redazione

Prova anche

“UN GIORNO VISSUTO MAGNIFICAMENTE” di Luca Giacobbi

UN GIORNO VISSUTO MAGNIFICAMENTE di Luca Giacobbi Nella giornata di domenica 7 Luglio assieme al …