giovedì , Maggio 30 2024

Raccolta differenziata al Parco Ausa di San Marino

L’AASS comunica che sono state posizionate n.3 isole ecologiche per la raccolta differenziata dei rifiuti in corrispondenza dei principali accessi al Parco Ausa di Dogana.

Raccolta differenziata: quattro i raccoglitori

Si chiede la collaborazione attiva delle persone che quotidianamente vivono lo spazio del Parco non lasciando nulla a terra e collocando i propri rifiuti all’ingresso del Parco dove si trova l’isola ecologica denominata “il pepe e sale della raccolta differenziata”.
Si tratta di un oggetto costituito da quattro raccoglitori per la raccolta differenziata dei rifiuti (carta, plastica, metalli e residuo) tenuti insieme da un supporto di metallo che ricorda proprio quello usato a tavola per dispensare pepe e sale. Prendendo spunto da un vecchio detto “Olio, aceto, pepe e sale fanno buono uno stivale” per intendere che questi quattro condimenti renderebbero gradevole qualsiasi pasto, l’isola ecologica  è stata progettata dai tecnici del Servizio Igiene Urbana con l’intento di facilitare e rendere gradevole la raccolta differenziata dei rifiuti.

raccolta differenziata
i cestini sono collocati in corrispondenza di punti strategici
raccolta differenziata
la raccolta differenziata è ormai entrata a fare parte della quotidianità
raccolta differenziata
i proprietari di amici a quattro zampe sono chiamati a fare la loro parte gettando le deiezioni nei contenitori dell’indifferenziato

Raccolta differenziata: ormai parte della quotidianità

Il referente Ambiente dell’AASS, ing. Giuliana Barulli, spiega l’importanza del motivo per cui i cestini porta rifiuti non sono più presenti all’interno del parco: “La raccolta differenziata è una pratica che oggi è entrata a far parte delle nostre abitudini quotidiane e molti cittadini che già oggi aderiscono alla raccolta porta a porta chiedono la raccolta differenziata anche negli spazi all’aperto fuori dalla propria abitazione. Dovendo aumentare il numero dei contenitori per raccogliere separatamente carta, plastica e metalli si è fatta la scelta condivisa con tutti gli uffici competenti di collocare i cestini in corrispondenza di punti strategici. I cestini portano ad avere rifiuti a terra, vuoi perché non sufficienti, vuoi per il vento oppure per gli animali che la notte li rovistano ed averli ovunque oppure a due passi dalla panchina può essere comodo ma anche molto sgradevole. La disposizione esterna ai parchi dei contenitori raccogli rifiuti consente una riduzione dei costi di manutenzione dei parchi poiché la concentrazione in prossimità degli ingressi permette una notevole riduzione dei tempi necessari per lo svuotamento e la pulizia. Inoltre, il minor passaggio di mezzi operativi all’interno del parco elimina i rischi di incidente per le persone a piedi in particolare per i bimbi che giocano in tranquillità e riduce significativamente il carico ambientale delle operazioni di pulizia”.
Si ricorda che, anche i proprietari dei nostri amici a quattro zampe sono chiamati a collaborare nel tenere pulito il parco, in particolare nelle zone di maggior fruizione, raccogliendo le loro deiezioni e conferendole nei contenitori dell’indifferenziato.
Solo con la collaborazione di tutti sarà possibile tenere pulita ed accogliente l’area del Parco. È un dovere di tutti salvaguardare l’ambiente e tutti possono contribuire giorno dopo giorno con piccoli gesti.

About Redazione

Prova anche

In sala “Confidenza” con Elio Germano

  Film “Confidenza” (con Elio Germano)   Tutto ruota intorno a un segreto, quello che …