giovedì , Luglio 18 2024

Dal 20 giugno raccolta differenziata porta a porta anche ad Acquaviva

Dal 20 giugno la raccolta differenziata porta a porta sarà attuata anche ad Acquaviva.

Giuliana Barulli, referente Aass per la gestione dell’Ambiente spiega le nuove modalità e invita agli incontri di presentazione.

Dopo le esperienze di Chiesanuova, Fiorentino e dei centri storici di Citta’ e Borgo Maggiore, la raccolta porta a porta verrà estesa al Castello di Acquaviva.

Cosa si devono aspettare gli utenti? Come cambieranno le loro abitudini?
“Il grande cambiamento sarà nelle modalità di conferimento dei rifiuti prodotti perchè all’avvio del nuovo sistema di raccolta verranno rimossi i cassonetti stradali e l’unico modo per conferire i rifiuti sarà presso il proprio domicilio. Agli utenti verrà consegnato un kit di mastelli, bidoni e sacchi per la raccolta differenziata dei rifiuti: organico, carta, plastica, vetro, metalli e residuo.
Indicativamente il kit per le utenze residenti in aree ad alta densità abitativa o in edifici con 3 o più unità abitative sarà composto da un cestello sottolavello aerato da 10 litri e un mastello da 23 litri per la raccolta dell’organico, mastelli impilabili della capacità di 30 litri per la raccolta di carta, vetro e residuo, sacchi a perdere per la raccolta della plastica ed a scelta il mastello o la borsa riutilizzabile per la raccolta dei metalli. Per le utenze residenti in mono-bifamiliari o in zone a bassa densità abitativa dove gli spazi per il posizionamento dei contenitori non costituiscono di norma un problema il progetto prevede la consegna di bidoni carrellati da almeno 120 litri per carta e residuo. L’utente sarà tenuto a separare le varie tipologie di materiali secondo le indicazioni fornite in occasione degli incontri pubblici e mediante il materiale informativo a disposizione, in particolare si parla di ecocalendario, inoltre potrà contare sulla professionalità e disponibilità degli operatori addetti al servizio di raccolta.

Gli incontri pubblici si svolgeranno presso il Centro Gualdo a Gualdicciolo. Tutte le utenze domestiche sono state invitate alle serate suddividendole in gruppi per questioni logistiche, ogni utente riceverà a casa una lettera di convocazione per una specifica serata e presentandosi con la lettera riceverà l’ecocalendario e il kit di contenitori assegnati. Le utenze non domestiche potranno liberamente partecipare agli incontri ma saranno gli operatori addetti al servizio di raccolta a contattarle direttamente presso la propria sede al fine di individuare la dotazione di contenitori in grado di soddifìsfare le specifiche esigenze.

I contenitori, pur mantenendo la loro funzionalità, hanno cambiato estetica. Si è uniformata la base del contenitore ed il manico con un colore che ricorda la pietra di San Marino per renderli più gradevoli e meno impattanti. Solo il coperchio sarà di colore diverso a seconda della tipologia di rifiuto che dovrà ospitare. Sul fronte del contenitore è riportata sia una scritta indicante la tipologia di rifiuto sia simboli braille per i non vedenti, ed uno spazio rettangolare per consentire la scrittura del nome e cognome. Inoltre i contenitori sono dotati di catarifrangenti per rispondere alle esigenze dettate dai temi sulla sicurezza. Sono impilabili per consentire un risparmio di spazio ed utilizzabili sollevando un’aletta presente sul coperchio”.


Secondo quali modalità verra’ effettuata la raccolta?
“I materiali differenziati e conferiti nei rispettivi contenitori dedicati andranno esposti nei giorni e nelle fasce orarie indicate nell’ecocalendario. Precisamente entro le ore 8,00 del mattino, orario di inizio del servizio di raccolta. Per intenderci ogni giorno è prevista la raccolta di uno o più tipologie di rifiuto secondo un calendario distribuito ad inizio anno.
Gli utenti dovranno posizionare i sacchetti ben chiusi e/o i contenitori previsti in quel determinato giorno fuori dalla proprietà privata, a margine della sede stradale, in maniera da non costituire intralcio per il pubblico transito, preferibilmente in punti di aggancio debitamente predisposti per evitare che il vento o animali li possano spostare o rompere e per agevolare la raccolta.

Ovviamente ci sarà un periodo iniziale di affiancamento dell’utenza per correggere i comportamenti, ma la raccolta non sarà effettuata se i contenitori verranno esposti in giorni di raccolta errati e se nei contenitori saranno presenti elevati ed evidenti quantitativi di rifiuti differenziabili altrimenti.

La raccolta porta a porta prevede la gestione prevalentemente degli imballaggi pertanto oggetti ingombranti o elevati quantitativi prodotti una tantum andranno conferiti direttamente presso il Centro di Raccolta di San Giovanni (gratuito e sempre aperto da lunedì a sabato dalle ore 6:00 alle ore 17:45  tranne le domeniche e festivi) o in alternativa per essi è possibile prenotare il servizio dedicato di ritiro a domicilio chiamando al numero 0549 903062”.


Quali sono gli obiettivi individuati posti alla base del progetto ed i risultati attesi?

Gli obiettivi che A.A.S.S. si propone di raggiungere attraverso questo servizio sono: un aumento generalizzato dell’efficienza sia del sistema di raccolta rifiuti sia dei servizi di pulizia, il miglioramento dei risultati raggiunti in tema di raccolta differenziata a livello quantitativo, aumentando la percentuale di raccolta differenziata, ed a livello qualitativo, aumentando la qualità del materiale raccolto in modo differenziato ed avviato al riciclo, la riduzione della produzione dei rifiuti ed in particolare di quelli avviati a smaltimento ed infine ma non per ultimo in ordine di importanza un sistema di relazioni con l’utenza che si basi sul principio della responsabilità condivisa e della continua collaborazione per il raggiungimento degli obiettivi enunciati”.

About Redazione

Prova anche

Buon vento piccola donna!

Quando io mi trovo in una situazione di poca chiarezza sulla strada da prendere, sulla …