lunedì , Luglio 15 2024

“We should all be feminists” : Dior, una t-shirt e Chiara Ferragni!

 

 

“We should all be feminists” : Dior, una t-shirt e Chiara Ferragni!

Dalla pantofola che ha caratterizzato il rapido exploit di Alessandro Michele in Gucci, alle magliette con scritta pop di Maria Grazia Chiuri in Dior. Feticci che diventano must e che, per le case di moda, rappresentano il migliore modo di divulgare un cambio di rotta (con ritorni immediati sul fronte commerciale).

 

TimurEmek_6-563x845

immagini prese da “www.theblondesalad.com”

TimurEmek_26-563x845

Le immacolate t-shirt Dior caratterizzate da slogan rivoluzionari e femministi hanno già catalizzato l’attenzione del pubblico dei social. Presentate lo scorso settembre durante la prima sfilata di Maria Grazia Chiuri nel ruolo di direttore creativo del brand, gli indumenti vengono pubblicati da celebrity e influencer con frequenza crescente. Complice la marcia per i diritti delle donne di qualche settimana fa, e alcune affermazioni del neo Presidente americano Donald Trump i messaggi dei capi appaiono decisamente attuali. Bingo!
A indossare e condividere il modello con lo slogan “We should all be feminists” ci ha pensato
Chiara Ferragni oltre alle star vicine alla maison francese, Rihanna e Natalie Portman. Dior ha anche affidato all’influencer italiana il proprio account Snapchat in occasione della sfilata couture di lunedì scorso.

rihanna

3C5E8EA000000578-4143830-Mom_plus_one_A_very_pregnant_Natalie_Portman_showed_up_in_suppor-a-144_1485035173519

 

Anche i media tradizionali non trascurano l’indumento, le t-shirt della collezione primavera/estate 2018 sono protagoniste delle cover di febbraio di Harper’s Bazaar Germania e Vogue Japan oltre a numerosi servizi fotografici.

Il fenomeno, appunto, ricorda quanto accaduto da Gucci dopo l’arrivo di Alessandro Michele e le ormai celebri pantofole con pelliccia interna. Oppure, le onnipresenti cover per smartphone lanciate da Jeremy Scott al suo esordio come direttore creativo da Moschino. L’abbigliamento è da sempre veicolo principe della comunicazione e strumento con il quale “giocare” e osare.

Quale miglior supporto per comunicare messaggi forti e fare in modo che arrivino a tutti?

 

 Giulia Castellani

About Giulia Castellani

Prova anche

UN ANNO VISSUTO PERICOLOSAMENTE – PARTE TERZA

UN ANNO VISSUTO PERICOLOSAMENTE – PARTE TERZA   Breve storia della Comunità Papa Giovanni XXIII …