sabato , Aprile 17 2021
Home / In Evidenza / “Il lupo buono” di Renata Rusca Zargar

“Il lupo buono” di Renata Rusca Zargar

Il lupo buono

di Renata Rusca Zargar

Il lupo, un po’ triste e solo, avanza nella neve alta. Ormai è inverno e, sulle montagne, non c’è quasi nulla da mangiare.

Forse, vicino alle prime case, potrà trovare qualche avanzo di cibo. E, forse, nella campagna intirizzita, potrà trovare una compagna con la quale dividere le sue preoccupazioni.

Cammina, cammina, pieno di pensieri.

A un tratto, nel silenzio ovattato delle distese di neve, ode un lamento disperato.

Si ferma ad ascoltare: è un belato.

Forse, pensa senza entusiasmo, dietro a quegli alberi, c’è il cibo che lui desidera da tanto tempo!

Eccola là, infatti, la pecora, piccola, infreddolita, sperduta. Ha perso il gregge, la strada di casa, tutto.

Come si può uccidere una creatura così indifesa e sfortunata?

Il lupo non ne ha il coraggio.

Ma abbandonarla in quel luogo e andare via è come ucciderla: morirà di freddo e di paura. Che fare?

È difficile la vita di un lupo dei tempi moderni!

Lui sa dove si trova l’ovile, lo sente col suo fiuto esperto, il calore e l’umore della tenera carne arriva fino a lui.

Con infinita pazienza, spinge la pecora inerme passo passo verso la casa e la salvezza.

Sono quasi arrivati, e la pecora non ha mai smesso di belare.

Il pastore la sente, imbraccia il fucile, si precipita fuori.

Vede il lupo e spara.

Di corsa, si avvicina alla pecora, che non ha capito ancora niente, ed esclama: “Poverina, voleva mangiarti!” e, premuroso, la riconduce all’ovile.

Sul campo è rimasto solo il lupo: davanti ai suoi occhi scorrono le immagini dei giorni felici quando i suoi fratelli del branco non erano ancora stati uccisi dall’uomo. Quante corse sulle montagne, quanti ululati d’amore e di gioia!

Ora si avvia ai prati del cielo, un po’ stanco, mentre la neve, tutto intorno, si fa rossa.

 

Renata Rusca Zargar è autrice di “Un buco nero nel cuore”

 

Il testo, dedicato ai ragazzi a partire dai 14 anni, tratta di cyberbullismo, bullismo, razzismo, droga, alcool, omofobia e adozione. Pur raccontando storie di fantasia, l’autrice si è ispirata a fatti di cronaca vera. Come ben sappiamo, purtroppo, è capitato che alcune persone si siano suicidate per aver visto circolare sui social la loro immagine in situazioni molto private. Oppure, può succedere che i giovani, in preda a droghe pesanti, perdano la consapevolezza di sé e del pericolo, tanto da arrivare persino a gettarsi da una scogliera. Hanno spazio nel testo anche le tematiche riguardanti l’adozione. Infatti, la protagonista, Rossana, anche se è stata adottata da due persone che l’amano molto, sente come un buco nero nel cuore e si chiede continuamente perché la mamma biologica l’abbia abbandonata.

La copertina è a cura di Zarina Zargar e la foto in copertina è di Samina Zargar, entrambe figlie dell’autrice.

Il romanzo, venduto sulla piattaforma Amazon, è disponibile sia nel formato ebook (euro 2,99) che cartaceo (euro 6,14).

Dalla sinossi: “Andrea non è solo: si è portato dietro, senza avvisare nessuno, alcuni amici con delle spranghe in mano. All’altezza del giardinetto, i bulli attaccano. […] Luigi è a terra, eppure continuano a colpirlo senza pietà: calci, pugni, sprangate. Miguel, sentendo le strazianti urla di dolore e di paura di Luigi, scappa.”

Le storie degli adolescenti si somigliano un po’ tutte, a Varese, come altrove. Cyberbullismo, razzismo, droga, alcool, spaccio, adozione, sesso…

Rossana è al centro di un gruppo di amiche e amici che vivono queste esperienze. Poi, qualcuno diventa adulto e altri, invece, non ci saranno più

UN BUCO NERO NEL CUORE: Amazon.it: RUSCA ZARGAR, RENATA: Libri

Chi è Renata Rusca Zargar

 

Savonese, impegnata in ambito sociale, studiosa di cultura islamica e indiana, insegnante in quiescenza, ha pubblicato diversi saggi e romanzi anche con il marito Zahoor Ahmad Zargar.

L’ultimo nato è, però, una raccolta di lavori delle signore anziane che hanno seguito i suoi corsi gratuiti di Lettura e Scrittura Creativa: “Leggere e scrivere …per divertimento, raccolta di racconti, poesie, disegni, calligrammi dei Corsi di Lettura e Scrittura Creativa”, pubblicato da Amazon.

Si occupa della Biblioteca di volontariato Libromondo e, prima del Covid, portava i libri in prestito nelle Scuole. Cura un blog di cultura, ecologia e società Senzafine: Arte, Cultura e Società di Renata Rusca Zargar  link

About Redazione

Prova anche

Vorrei dirti che: lettera alla me stessa bambina

A cinque anni ero identica a Biancaneve “capelli nero ebano, bocca rossa come il sangue ...