martedì , Giugno 15 2021
Home / In Evidenza / “Il dito e la luna”: di Cinzia Gualtieri e Nicoletta Meluzzi

“Il dito e la luna”: di Cinzia Gualtieri e Nicoletta Meluzzi

Il Dito e la Luna

di Cinzia e Nicoletta

 

Guarda Guarda …. c’è una luna grande grande !!! Indicò il dito….

Perché Luna, sei tutta rosa questa sera? Ti sei messa un velo?

Sono rosa perché sono timida …..in tanti mi indicano con un dito, come stai facendo tu adesso.

Certo, è un gesto che viene spontaneo,

come se indicandoti si potessero invitare tante altre persone a godere della tua bellezza ….

E anche perché a volte, come stasera, vorrei riuscire a toccarti perché sembri una sfera di zucchero filato, sembri davvero dolce e gentile!

Ecco infatti questo è quello che fanno i bambini quando mi guardano. Mi vedono Magica.

I bambini sono i miei osservatori preferiti, mi vedono MAGICA, non si fanno domande sul come e sul perché. Mi vedono così come sono e godono della bellezza e della mia Luce.

Già luna, le dita dei bambini sono davvero interessanti…

l’altra sera c’era una bambina che ti indicava, tu avevi la forma di una fettina di mandarino!!!

Lei ti ha preso e ti ha portato alla bocca ….assaporandoti !

E ha affermato  “che buona questa mandaluna” .

Davvero Magica!

Osservatori curiosi sono gli Uomini.

Guardandomi Cercano di svelare un mistero, si fanno domande, mi vogliono conoscere!

Vogliono addirittura sfidare il mio magnetismo e venire a posare i piedi, direttamente su di me!

Sai alcuni uomini, che ti guardano, secondo me, pensano che sia possibile PESCARE STELLE sedendosi sul tuo filo sottile, quando la tua forma è quella di una piccola falce illuminata nel cielo, secondo me altri pensano a come possono farti girare sul loro dito il più a lungo possibile senza farti cadere.

Insomma anche gli uomini cercano in te una parte di sé stessi, bella giocosa, amorevole, secondo me!

Poi ci sono le Donne ….che belle le donne! Loro mi guardano con gli occhi della speranza come se io, la Luna, potessi avverare il loro desiderio.

Le dita delle donne spesso sono curate, con le unghie pulite e colorate. Spesso, nella loro dolcezza, quando ti guardano non hanno neppure bisogno di indicarti con le dita…loro guardano.

Sentono che il tuo continuo cambiare ciclicamente, è una cosa che le riguarda molto da vicino, sanno che regoli l’acqua del mare, e conoscono il tuo agire sulla nascita e sulla morte.

Le donne sono davvero LUNATICHE!!!

Bellissime e lunatiche (ride)

Una cosa posso dire, chiunque mi guardi, ha un sogno da realizzare.

Perché i sogni stanno in alto nel cielo

Io li guardo da quassù e spesso divento Rosa soprattutto quando vedo due persone che mi guardano, insieme, abbracciate.

Mi prendo molta cura di questi, perché in quell’abbraccio ci sono sogni ancora più importanti perché sono fatti in due.

Cinzia Gualtieri e Nicoletta Meluzzi

Racconto nato da un’idea di Cinzia, autrice dell’immagine di copertina.

Chi sono le autrici del racconto:

Cinzia:

Sono Cinzia amo la bellezza, dell’arte e di un fiore, la cerco e spesso la trovo nei colori che uso per dipingere e disegnare e nelle storie che amo raccontare.

“Le voci della luna” sono state un piacevole momento gioioso per fare emergere bellezza, grazie a Nicoletta e alla immediata e spontanea connessione che ci ha permesso di tirare fuori con gioia questo racconto.

Nicoletta:

Sono Nicoletta…

Le mie passioni più grandi sono la fotografia e il canto; amo leggere ed ascoltare il mare. Ho partecipato con entusiasmo e curiosità al percorso “Le voci della luna” ed è in questa occasione che è nato il racconto, da un’idea di Cinzia che poi abbiamo sviluppato insieme.

Il lavoro corale di Nicoletta e Cinzia si inserisce nel contesto del progetto “Le voci della luna” curato da Elisa Tordi:

Il progetto “Le Voci della Luna” nasce anni fa, dal mio desiderio di creare Cerchi tra donne, per ritrovare il senso di sorellanza e sostegno perduti nel tempo; l’input iniziale è stato il mio desiderio di esplorare quella che viene denominata “energia femminile”: cioè la capacità di accoglienza che giace dentro noi stessi.

Nel tempo, mentre continuavo i miei studi e le mie ricerche sulla fisiologia vocale applicata, sull’astrologia, sul movimento, sulla danza e sul benessere personale, ho sentito forte il desiderio di costruire un percorso che unisse tutti questi studi, come legati da un filo rosso, che potesse coinvolgere ed invitare più persone, non solo donne, a riscoprirsi tramite questi mezzi, che ritengo validissimi strumenti per la conoscenza di sé stessi e degli altri.

La voce è un mezzo affascinante e strettamente collegato alla nostra intimità. Se spogliata da luoghi comuni, legati alla competitività, permette di essere via e mezzo privilegiato per raggiungere un grande benessere.

L’astrologia è un linguaggio fatto di simboli che diventano chiave per la conoscenza della nostra interiorità.

I cerchi e le meditazioni regalano la possibilità di toccare corde di noi stessi che nel quotidiano, spesso catturati dalla frenesia, non abbiamo opportunità di conoscere.

“Le Voci della Luna” è divenuto, così, un percorso che desidera connettere persone che hanno voglia di mettersi in gioco, di conoscere sè stesse e altre donne, e uomini, “in viaggio”, tramite inviti giocosi che vanno a stimolare la parte più creativa che ogni individuo porta dentro di sé. Permettendo di avere anche un’infarinatura di ciò che è l’astrologia.

Il percorso è un grande Cerchio, che avviene sia virtualmente che in presenza, che mette tutti sullo stesso piano, rispettandone le differenze, i talenti e le tempistiche personali.

Ognuno mette in campo la propria voce, in un senso ampio del termine (sia parlata, che cantata, che scritta, che esprimendola tramite arti grafiche e non solo…), ognuno viene rispettato nel suo essere e viene, al contempo, incoraggiato a condividere se stesso.

Stimolando la parte più creativa del nostro corpo ogni conoscenza ed amicizia si instaura in un modo più naturale ed istintivo.

Ricordandoci, così, che siamo tutti qui in percorso, in questo viaggio che è la vita, ritroviamo il senso del gioco e della bellezza della condivisione.

Chi è Elisa Tordi

Elisa Tordi studia canto e vocalità sin da piccola tramite insegnanti e percorsi differenti, sperimentando la voce connessa al movimento ed al corpo. Incontra poi il Metodo di Fisiologia Vocale Applicata, metodo di Lichtenberger® di Gisela Rohmert, studiandolo con Linda Hermes e seguendo seminari e un triennio di formazione nella sede dell’Istituto, in Germania.

Allo studio ed alla ricerca vocale unisce l’amore per la salsa cubana, anch’esso portato avanti da più di 20 anni e insegnato dal 2014, sia a Cesena che a San Marino.

Alla ricerca vocale ed alla passione per questa danza si aggiungono: un amore per la ricerca interiore, l’approccio alle arti come mezzi per raggiungere benessere (fisico, emotivo e spirituale), lo studio dell’Astrologia (che porta avanti da più di 10 anni con Rosanna Bianchini), la conoscenza del Reiki, la danza orientale, l’essere diventata Moon Mother® (secondo l’approccio di Miranda Gray), il creare cerchi di sostegno/sperimentazione vocale e corporea, integrandoli a trattamenti al femminile (Womb Blessing® – Benedizione del Grembo- e Risveglio Energetico®).

E’ ideatrice dei percorsi intitolati “Le Voci della Luna”.

About Redazione

Prova anche

“Smuovi” o “Questo mondo fa rabbrividire” di Antonio Di Bianco

“Smuovi” o “Questo mondo fa rabbrividire” Questo mondo fa rabbrividire senti il suo peso, il ...