martedì , Maggio 21 2024

Cross Fit: da San Marino alla Spartan Race

Il Cross Fit è un sistema brevettato, ideato da Greg Glassman, si caratterizza per la sua connotazione di “filosofia dell’esercizio fisico” e nella sua peculiare essenza di sport agonistico di fitness, basato su una serie di allenamenti intensi e ripetuti a intervalli di tempo regolari, come sollevamento pesi, pirometria, ginnastica, strong man e altri.

Un potente mix di esercizio aerobico, ginnastica ritmica, sollevamento pesi, in cui la componente motivazionale e psicologica gioca un ruolo di primo piano, una gamma di esercizi ad alta intensità da realizzarsi con movimenti funzionali, concepiti in primis per potenziare equilibrio, agilità, coordinazione e velocità.

A San Marino è possibile praticare Cross Fit all’interno della palestra Dynamic di Dogana, dove si è formata una folta frangia di appassionati ed adepti, uomini e donne che lo scorso 11 settembre si sono messi in gioco partecipando alla”Spartan Race” ad Oberndorf in Tirol– Austria.

spartan race

3 sono le distanze possibili della competizione:

5 km

13 km

20 km

Il team sammarinese ha partecipato con 2 squadre, una alla 5 km ed una alla 20 km, un percorso impervio con numerosi ostacoli artificiali e naturali.

I partecipanti della 5 km, il cui nome della squadra era “I MALARDOT” erano

  • Bugli Davide
  • Ottaviani Alessandro
  • Maiani Federica
  • Canazza Gabriella
  • Barbanti Miranda
  • Fabbri Tonino

I partecipanti della 20 km, il cui nome della squadra era “CF3T” erano:

  • Gulletta Francesco
  • Rossi Silver
  • De Santi Marco
  • Bianchi Fabrizio
  • Sartini Gianluca
  • Pasquinelli Marco
  • Sarti Luca

La squadra CF3T si è classificata 17° su 81 Squadre con il tempo di 5 ore e 44 minuti.

La Spartan Race è una gara a ostacoli che mutua il suo nome da un omaggio agli Spartan, tradizionalmente considerati duri e dalla forte tempra fisica.

Si partecipa alla competizione con il medesimo spirito con cui ci si approccia al Cross Fit, all’inizio forse spinti da curiosità ma poi a prevalere è il desiderio di mettersi alla prova e entrare in gara con se stessi, con i propri limiti e paure.

Infatti la Spartan race si connota per non essere semplicemente una dura corsa a ostacoli ma il terreno privilegiato di lotta con se stessi, sul quale si è chiamati a mettere alla prova resistenza fisica, limiti ed abilità.

Si partecipa in gruppo, un team di sette persone, accomunate da un desiderio “alzarsi dalla sedia e scoprire qualcosa di nuovo”, tra i componenti la squadra si sviluppa una speciale alchimia, ognuno fa del proprio meglio e scopre di poter superare quelle che riteneva essere barriere non sfidabili.

cross fitcrossfit

About Redazione

Prova anche

“CONSIDERAZIONI SEMISERIE SULLA MIA DEMENZA SENILE” di Renata Rusca Zargar

CONSIDERAZIONI SEMISERIE SULLA MIA DEMENZA SENILE Una stimata famiglia di negazionisti   Provengo da una …