venerdì , Luglio 19 2024

Camminare nelle cose belle…

Camminare nelle cose belle è importante, perché nella vita spesso ci troviamo di fronte a momenti duri, sfide impegnative che ci mettono a dura prova.

E’ pure vero che la vita è fatta anche di momenti piacevoli, divertenti e di belle emozioni!

Ahimè se ci osserviamo bene attorno ciò che viene spesso nutrito è il dubbio, la paura e l’incertezza.

Basta guardare la TV e spesso si trovano soprattutto disgrazie, immagini di violenze, catastrofi e tanto altro che in un modo o nell’altro influenzano il nostro stato emotivo.

Tanto è che quando si cerca di stare bene e vivere serenamente non è poi così semplice trovare quelle cose che ci diano gioia e serenità.

In alcuni miei momenti difficili in cui non sempre riuscivo a vedere la luce, mi sforzano e mi chiedevo:

Che cosa mi può aiutare a essere felice?

Quale attività mi piace, mi fa sentire bene, mi fa vibrare l’anima?

E mi sono resa conto di come ero poco abituata a dedicare tempo a tutto ciò.

La nostra anima è come un fiore che ha bisogno di essere annaffiato e per sentirsi viva ha bisogno di essere nutrita con tutto ciò che risuona con essa.

Vi è mai capitato di ascoltare una persona che stimate mentre parla, da sentire i brividi addosso?

Vi è mai capitato di vedere un video del vostro cantante preferito e di emozionarvi sentendolo e guardandolo cantare?

Si tratta di semplici attività che ci mettono in contatto con chi siamo veramente, con la nostra parte più intima.

L’idea è sentire dentro di noi emozioni belle, sentirle nel corpo…come un brivido, una pelle d’oca…una vibrazione, un senso di pace.

Può trattarsi di ascoltare una musica che a noi piace, fare una passeggiata in mezzo al verde e nel silenzio, guardare un tramonto, incontrare amici e ridere di gusto magari di vecchie situazioni assurde, condividere idee e progetti con qualcuno che apprezza ciò che vogliamo portare a termine, dedicarci al nostro sport preferito…etc. Ognuno troverà il suo modo!

Abbiamo bisogno di sentire la gioia, la felicità e qualsiasi cosa scateni in noi belle sensazioni dobbiamo custodirla in modo da utilizzarla nei momenti in cui ne siamo carenti.

All’inizio può non essere semplice, bisogna allenarsi e farla diventare una bella abitudine.

Immaginate un bambino che ha finito la scuola e sta per iniziare le vacanze estive, quel senso di libertà, di gioia infinita che cresce dentro di lui perché sa che avrà a disposizione tanto tempo per sé e per fare le cose che ama…

Ecco questo è ciò che dobbiamo sperimentare!

Perché per la nostra anima tutto ciò è nutrimento, è energia, è forza, vitalità e voglia di andare avanti comunque qualsiasi cosa accada!

Romina Angeli

 

About Redazione

Prova anche

UN ANNO VISSUTO PERICOLOSAMENTE QUARTA PARTE

UN ANNO VISSUTO PERICOLOSAMENTE QUARTA PARTE di Luca Giacobbi In questo caso l’anno vissuto pericolosamente …