venerdì , agosto 23 2019
Home / News / Amici a quattro zampe / Attenzione ai cibi pericolosi per i cani

Attenzione ai cibi pericolosi per i cani

Attenzione ai cibi pericolosi per i cani

Chi di noi non si è sentito dire almeno una volta: “guarda che il cane non è il bidone della spazzatura”, dopo essere stato sorpreso a rifilargli l’ultima fetta di prosciutto?

In realtà, soprattutto in passato, tantissimi cani sono sopravvissuti (anche a lungo) nutriti solo con gli avanzi degli umani: sono tante, infatti, le storie che si raccontano, ai tempi dei nostri nonni, a proposito di quadrupedi vissuti ben oltre l’età limite! Oggi sappiamo che questo tipo di alimentazione non fa molto bene, ma tra questa e le sole crocchette industriali a basso costo, non saprei decidere quale possa essere peggio.

Ma quali sono, invece, gli alimenti umani pericolosi per i cani?
Alcol: le bevande come il vino, e tutte quelle contenenti alcol, possono intossicare i cani (ma anche i gatti) provocando diarrea, vomito, tremori, difficoltà respiratorie fino alla perdita della capacità motoria, scompensi del sistema nervoso e coma. In grandi quantità può provocare la morte per collasso respiratorio.

Avocado: foglie, frutto e semi contengono un principio tossico molto pericolo
Cioccolato e cacao: alimenti vietatissimi per via di una tossina chiamata teobromina che il cane non riesce a metabolizzare provocando danni al cuore, ai polmoni, ai reni e al sistema nervoso.

Foglie di rabarbaro e luppolo: in grandi quantità possono portare alla morte dell’animale.
Noci, semi e noccioli: le noci possono provocare ostruzioni intestinali con debolezza, depressione, vomito, tremori, febbre, dolori addominali. Bastano 4-5 noci per provocare una grave intossicazione in un cane di 10 kg. tra i semi tossici, quelli della mela e i noccioli di ciliegia, albicocca, pesca e prugna: contengono cianuro e possono portare al coma se ingeriti in grandi quantità.
Uva e uva sultanina: oltre a gravi anemie, possono provocare danni renali e per questo assolutamente da vietare perchè l’insufficienza renale porta quasi sempre alla morte del cane.

Oltre a questi alimenti pericoli e assolutamente da evitare, ce ne sono altri che non fanno affatto bene alla salute del nostro amico a quattro zampe:
Ossa cotte: soprattutto pollo e coniglio per tendono a spezzarsi in pezzi appuntiti che possono provocare perforazioni gastriche e intestinali. Molto meglio le ossa crude (come nella dieta Barf, del resto, dove il cane ne assume in grande quantità).

Insaccati: mortadella, prosciutto crudo, salsicce, prodotti salati ed essiccati perchè contengono molti grassi e molto sale. Mai dare al cane la pelle dei salumi perchè il budello di origine animale che si usava una volta è ormai stato sostituito da un prodotto in plastica.
Sale e zucchero: meno sale e meno zucchero si “rifila” ai quattrozampe, meglio è. in realtà la cosa vale anche per i bipedi. In dosi eccessive lo zucchero può provocare il diabete mentre il sale problemi cardiocircolatori.

Caramelle e dolciumi: oltre allo zucchero, che abbiamo visto prima, possono contenere xilitolo, innocuo per gli umani ma tossico per il cane, provocando glicemie e danni epatici.
Caffeina: in dosi superiori al cucchiaino di caffè può causare seri problemi, disturbi gastrointestinali, alterazioni del ritmo cardiaco e nei casi più gravi, ictus.
Noce moscata: grandi dosi portano a convulsioni, tremori, problemi al sistema nervoso. Nei casi più gravi persino la morte.

Aglio, cipolle e cavoli: nonostante siano stati somministrati ai cani per lungo tempo senza pensare che potessero essere pericolosi, oggi sappiamo che sono alimenti da evitare, soprattutto la cipolla che può portare ad anemie gravi. L’aglio in piccole quantità è stato rivalutato come antiossidante e benefico a livello epidermico. La dose letale è si due teste di aglio.
Patate, pomodori e melanzane: contengono una tossina che il cane non riesce a metabolizzare quando questi alimenti sono crudi o acerbi. Quindi ok a patate sbucciate e cotte, pomodori e melanzane maturi e cotti.
Fegato: contiene molta vitamina A che in dosi massicce può provocare danni ai muscoli e alle ossa. Ma se vi limitate ai bocconcini di fegato bollito e poi passati al forno, come si usa sul ring durante le expò canine, allora va bene. I cani ne vanno letteralmente pazzi.

About Valentina Polverelli

Prova anche

Totem: il nome di caccia

Gatta curiosa è il mio nome totem o nome di caccia che dir si voglia, ...