mercoledì , Luglio 17 2024

Un sorriso fa stare bene

Avete mai notato che le persone felici non si ammalano quasi mai? E se si ammalano il decorso della loro malattia è più corto? Anche nella vita di tutti giorni un atteggiamento positivo e uno stato d’animo gioioso e grato ci permettono di vivere una vita migliore. Quando sorridiamo non solo con la bocca ma anche con gli occhi, col cuore, con tutto ciò che siamo, è come se mandassimo nell’universo un messaggio di amore e positività, e questo messaggio vibra attirando situazioni che ci permettono di sorridere ancora di più. La legge dell’attrazione non sbaglia mai. Al contrario se siamo focalizzati solo sugli aspetti negativi della nostra quotidianità ecco che attireremo persone e situazioni simili. Quante volte vi è capitato di sentire dire ( o dire voi stessi): la giornata è iniziata male, non se ne infila dritta una!

Un sorriso: un messaggio d’amore

Visto che possiamo scegliere, perché non farlo a favore della gioia e della leggerezza? Certo molte persone potrebbero dire: “Ma come faccio a essere felice se tutto va storto? “ E altri possono argomentare dicendo che è una sciocchezza fare finta di essere contenti quando non lo si è. Nessuno infatti chiede di fingere. Se uno stato d’animo è molto negativo, bisognerà alzare un po’ il tono cercando un motivo per cui esserlo di meno, qualcosa per cui ringraziare( come avere una casa, del cibo, una macchina per spostarsi, un lavoro, una famiglia che ci ama e ci aiuta, la salute, etc.) e alleggerire il peso che portiamo. E sapete cosa succederà? Che l’abitudine ad essere grati e contenti dei propri successi e delle proprie piccole o grandi fortune diventerà col tempo un modo di essere, e la nostra vita sarà più bella. Sembra una favola, ma non lo è.

È solo questione di allenamento a scegliere i nostri pensieri, e non lasciare che siano loro a scegliere noi. Abituarsi a pensare al bene che c’è nella nostra vita, a sentirsi al sicuro, a credere che anche se ci sono momenti difficili tutto volgerà al meglio per noi,  coltivando quella fede nella vita, o nel divino se volete, che apre tutte le porte, in primis quella della nostra serenità.

Dal mondo dei rimedi vibrazionali ce ne sono alcuni che ci aiutano a ritrovare leggerezza e gioia a partire dalle piccole cose.

  • Delfino (Essenze Animali selvatici): insegna l’importanza del gioco, del riso, della vivacità e del vivere in modo più leggero spensierato. Permette di sviluppare un profondo e sincero senso di compassione e amore nei confronti del prossimo, migliorando anche la nostra capacità di comunicazione.
  • Scimpanzè : ci permette di ricontattare la nostra gioia e semplicità interiori, stimola la qualità del gioco, della curiosità e dell’espressione in coloro che sono troppo razionali e cerebrali e prendono la vita troppo sul serio.
  • Lontra : indicata per coloro che si sentono depressi o sovraccaricati da un fardello di responsabilità eccessivo, che drammatizzano e si preoccupano a livello cronico di tutto, pensando che la vita sia necessariamente difficile. Permette di sviluppare humor e di non prendere la vita troppo sul serio.
  • Colibrì: aiuta a celebrare la vita donando un senso di leggerezza e gioia. Permette di affrontare le problematiche irrisolte del passato, i vecchi blocchi emotivi che non ci permettono di godere della vita e dei semplici doni quotidiani. Purificandoci dai pesi della nostra anima, riscopriamo una nuova identità e una nuova luce interiore.
  • Scoiatolo: utile per trovare un equilibrio fra lavoro e gioco. Siamo talmente stressati e occupati in tutte le nostre situazioni che abbiamo perso la capacità di divertirci e di nutrire il lato giocoso e spensierato della vita. Questa essenza alleggerisce il peso del dovere nella nostra interiorità e dona la capacità di scherzare e giocare. Gentian (Fiore di Bach): per chi vede il bicchiere mezzo vuoto, aspettandosi sempre il peggio da ogni situazione. Per i pessimisti e per coloro che vedono la vita come una dura battaglia, che non sanno godere del bello che c’è nella loro vita perché non lo vedono neppure. Questa essenza ci aiuta a portare la luce nel buio.
  • Maruska Cappelletti

About Redazione

Prova anche

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano   Venerdì 26 maggio alle ore 18.30 …