giovedì , Maggio 30 2024

Ti amo ma sono felice anche senza di te

Forza confessiamolo: in ogni donna c’è una stalker che presto o tardi si manifesterà, con questo termine non intendo certamente fare riferimento a quella condizione patologica che spinge, uomini e donne vecchi e giovani, a commettere le atrocità più efferate di cui le pagine di cronaca e i tribunali purtroppo sono pieni, ma a quella lieve forma di idiozia travestita da dipendenza affettiva, dalla quale molte donne si fanno “rapire” non appena compreso che l’interesse nutrito per un esponente maschile non è ricambiato come vuole lei, con altrettanta intensità o proprio non ce ne è e basta. Lo sperimentiamo un po’ tutte, dalla scuola materna in poi, dopo la legge di gravità la legge della fisica più universale e studiata e quella fondata sul teorema “desidero chi non mi vuole”, il bimbo che all’asilo coglie fiori per tutte tranne noi, quel ragazzo che al Liceo dopo la prima uscita scompare nel nulla, quell’uomo che dopo aver promesso davanti al portone di casa nostra “ti chiamo presto” si dà alla macchia, condannandoci a passare settimane all’insegna di un rapporto simbiotico con il nostro cellulare, che per l’occasione si trasforma in una sorta di oracolo che si consulta e spia mille volte al giorno e dal quale non ci si separa neanche in bagno.

Ti amo ma sono felice anche senza di teLa morale in materia in un divertentissimo film di qualche anno fa “La verità è che non gli piaci abbastanza”è che se un uomo non si fa sentire dopo i primi incontri è perché non è abbastanza interessato all’”articolo”, la donna masochista per eccellenza, però non si arrende, maschera con alibi cuciti su misura questo scarso interesse, si racconta, anzi racconta ad amiche elette psicologhe e poi con il tempo anche al panettiere tanto impellente è il bisogno di “sviscerare”, che l’uomo in questione ha paura, fugge, forse è innamorato e non vuole ammetterlo, con il solo risultato di porre su un trono il malcapitato ed ovviamente renderlo destinatario di atti di “stalkeraggio”.

Gli esempi in proposito si sprecano: si va dalla posta sotto casa, a telefonate con scuse improbabili, alle mail, lettere, videochiamate su skype e chi più ne ha più ne metta. Il consiglio da seguire alla lettera è solo uno: riservare tutte queste attenzioni e spreco di energia a chi ci ricambia, il mondo là fuori è pieno di prede e prima o poi qualcuno sarà felice di abboccare all’amo di una ex donna zerbino redenta.

Donne dignità prego, piuttosto che aspettare il bip di un cellulare che vi avvisa che il lui in questione si è degnato di rispondere ai vostri 450 messaggi inviati a voi, investite su voi stesse, trascorrete il tempo dandovi alla lettura di un libro emozionante e bellissimo “Ti amo ma sono felice anche senza di te” di Jaime Jaramillo. Lo trovate in vendita ad Harmoniae il luogo dove le belle anime si danno appuntamento, un testo che parla di donne e del raggiungimento di una consapevolezza: per amare in maniera equilibrata e matura è necessario imparare ad amare se stesse, bastarsi, non essere alla disperata ricerca di un uomo che ci dia conferme, sicurezza e faccia da specchio al nostro valore.

Harmoniae è in via 5  febbraio, 31 Domagnano, Repubblica di San Marino

About Redazione

Prova anche

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano   Venerdì 26 maggio alle ore 18.30 …