lunedì , Maggio 17 2021
Home / In Evidenza / Sesto appuntamento con “La cucina letteraria”

Sesto appuntamento con “La cucina letteraria”

Nuovo appuntamento per “La cucina letteraria di zoomma.news”: ospite l’autrice sammarinese Catia Berardi, tra una fase e l’altra della preparazione dei passatelli, piatto prelibato della tradizione, la scrittrice racconta trama e personaggi del suo romanzo “Paura d’amare” scritto in un momento della sua vita particolare, al termine di una fase di difficoltà che le aveva richiesto forza e coraggio, un regalo che ha deciso di fare a se stessa perché da ogni tempesta si può uscire migliori “Nulla impedirà al sole di sorgere ancora, nemmeno la notte più buia. Perché oltre la nera cortina della notte c’è un’alba che ci aspetta (Kahil Gibran).”

Formula che vince non si cambia: una cucina ad induzione messa a disposizione da Kitchenhouse, un autore e un libro diverso ogni puntata, deliziose ricette preparate con l’utilizzo di prodotti del territorio, questi gli ingredienti principali di un format originale e divertente.

Cucinare suppone una testa leggera, uno spirito generoso e un cuore largo. (Paul Gauguin)

A fare da cornice alle interviste il Laboratorio Buonissimo di Domagnano, un contenitore di idee che si apre ad abbracciare molte realtà del territorio, servizi e produzione sul food.

Un filo rosso lega i vari scrittori ospiti: la voglia di mettersi in gioco, raccontarsi al di fuori di ogni stereotipo e cimentarsi in veste di chef nell’elaborazione di un piatto, uno diverso ogni puntata.

I video dei vari incontri saranno caricati di settimana in settimana sul canale youtube di zoomma.news e rilanciati sulla pagine fb il mercoledì alle 19.30.

L’iniziativa gode del Patrocinio della Segreteria di Stato Territorio Ambiente e Agricoltura.

Protagonista della sesta puntata è Catia Berardi, autrice del romanzo “Paura d’amare”, tre i protagonisti ognuno con una personalità diversa: Sara un po’ timida, un po’ introversa che cerca sempre di fare la cosa giusta anche se a suo discapito; Joseph un uomo che ha sofferto tanto e per questo si è creato uno scudo, non vuole più soffrire, vuole solo sentirsi amato, ma non riesce più a vivere la vita appieno; Rosy, una moglie devota che si rende conto di non conoscere il suo uomo fino in fondo, è cresciuta insieme a lui e non si sarebbe mai aspettata che il suo compagno di vita potesse farla soffrire così tanto”.

Filo rosso dei vari appuntamenti e ricette l’uso di prodotti e materie prime di San Marino, la tradizione come punto d’orgoglio e stimolo a una conoscenza ed uso sempre maggiore.

About Redazione

Prova anche

“La verità” di Antonio Di Bianco

La verità di Antonio Di Bianco   Conosco le cose che non dici. Quelle a ...