giovedì , Luglio 18 2024

Piccoli lettori crescono. I bambini del Biancospino festeggiano la Biblioteca

Arricchire il proprio vocabolario in maniera consistente con indubbi benefici sulla propria abilità di esprimersi e scrivere, incontrare persone nuove, viaggiare da un capo all’altro del pianeta senza muoversi dalla poltrona di casa, emozionarsi, divertirsi, trascorrere ore piacevoli.

Quale attività è in grado di assicurarvi tutto questo? Semplice: la lettura, il divertimento per antonomasia, in fondo “chi legge un libro non è mai solo”.

L’amore va seminato e trasmesso sin dalla più tenera età, anche prima di imparare a leggere, ben lo sanno i bambini e le insegnanti della Scuola materna il Biancospino di Borgo Maggiore, il 4 maggio è stata inaugurata ufficialmente la prima Biblioteca della scuola, un progetto di Plesso in gestazione nel cuore del personale docente da diverso tempo, che coinvolge i bimbi medi e grandi.

biblioteca Biancospino

“Il nostro progetto- spiegano le insegnanti- è nato dal desiderio di avvicinare i bambini all’oggetto libro, in modo da far scoccare quella scintilla d’amore che noi ci auguriamo li accompagnerà nel corso dell’intera vita”.

La Biblioteca si articola in due diverse sezioni, una pensata per i genitori, con manuali che affrontano temi educativi, argomenti inerenti la crescita, testi che propongono non soluzioni ma input e stimoli, l’altra per i bambini con libri che li accompagnano nel loro percorso di crescita.

La sezione bambini presenta quattro diversi contrassegni che corrispondono a quattro argomenti diversi: emozioni, fiabe e favole, storie per crescere, libri in lingua.

contrassegni biblioteca

Ogni lunedì e giovedì i bambini potranno usufruire del prestito, scegliere i libri di maggior gradimento e portarli a casa, ovviamente seguendo regole ben precise impartite da Gaio il gufo libraio, tutor del progetto e con la benedizione dell’Angelo custode della lettura, il segnalibro donato a ogni bambino.

leggere al Biancospino

“ Ora il nostro sogno- spiega Barbara una delle insegnanti del Biancospino- è di implementare il nostro patrimonio di libri, il nostro piccolo grande tesoro, coinvolgendo magari anche le famiglie, con la crezione di un angolo dell’usato al quale donare quei libri che non vengono letti più”.

Chiara Macina

 

About Redazione

Prova anche

Buon vento piccola donna!

Quando io mi trovo in una situazione di poca chiarezza sulla strada da prendere, sulla …