giovedì , Luglio 18 2024

Felicità…ti stavo cercando

La felicità è uno stato di benessere al quale tutti aspiriamo.

In fondo chi non vorrebbe essere Felice?

Recenti studi dimostrano che le persone felici sono più socievoli, più disponibili ad aiutare gli altri, hanno più idee, sono più produttive, si ammalano meno e hanno un sistema immunitario più forte.

Ma che cos’è la felicità?

Per tanto tempo ho pensato che per essere felice dovevo fare e avere determinate cose (avere una famiglia, dei figli, essere indipendente, avere un lavoro ben retribuito, andare in vacanza, comprarmi ciò che desideravo etc.…) ma con il tempo mi sono accorta che non è proprio così.

O meglio, è importante avere degli obiettivi e sapere cosa vogliamo ma è altrettanto importante non cadere nella trappola del “SARO’ FELICE QUANDO AVRO’ CIO’ CHE DESIDERO”!

L’ esempio di un bambino che desidera un giocattolo rende molto l’idea.

Il bambino vuole un gioco, è elettrizzato all’idea di riceverlo, i genitori glielo comprano e trascorso un giorno (a volte è sufficiente qualche ora) l’euforia è già svanita!

Così spesso succede a noi grandi dopo che abbiamo ottenuto ciò che vogliamo.

E’ una felicità breve, un piacere intenso che però dura poco.

La vera felicità è molto di più di tutto questo.

La felicità è uno stato interiore di benessere e gioia che va coltivato ogni giorno e che non dipende dall’esterno.

E’ la nostra abilità a rispondere al meglio agli eventi della vita, la nostra capacità di ricavare il meglio da ciò che abbiamo.

E’ un luogo interiore di pace, equilibrio e forza che possiamo creare e utilizzare nei momenti meno belli della nostra vita.

E come si fa?

Imparando a conoscere se stessi, ascoltandosi, scoprendo ciò che ci fa battere il cuore, utilizzando i nostri talenti e mettendoli al servizio del mondo e soprattutto realizzando se stessi.

Ognuno troverà il suo modo per sperimentare la propria felicità: passeggiando in mezzo alla natura, ballando, dipingendo, meditando, prendendosi del tempo per se stessi, leggendo, scrivendo libri, dedicandosi alle proprie passioni, aiutando gli altri, offrendo il proprio contributo e tanto altro.

La felicità non deve essere un piacere momentaneo ma un piacere che dura nel tempo.

E non significa che tutti i giorni dobbiamo essere presi dall’euforia, anzi siccome siamo umani è normale attraversare momenti difficili! Avere un luogo interiore “felice” nel quale rifugiarsi in quei momenti può fare la differenza.

All’inizio può non essere semplice scoprire ciò che ci fa felici ma giorno dopo giorno allenandosi diventerà sempre più chiaro ciò che ci serve per farci stare e sentire bene.

La felicità va sperimentata nel corpo, è necessario sentirla…provarla come se fosse un vestito da indossare.

Devi vibrare di felicità solo così potrai attirarne sempre di più!

Purtroppo crescendo ci dimentichiamo che essere felici è un diritto di tutti noi, la nostra società veloce e consumistica ci illude quotidianamente che per essere felici abbiamo bisogno di tante cose materiali…

Allora spesso mi chiedo come cambierebbero le cose se nelle scuole la Felicità (quella vera, quella duratura) venisse insegnata come materia, come crescerebbero i bambini?

E che adulti diventerebbero?

Romina Angeli

About Redazione

Prova anche

Buon vento piccola donna!

Quando io mi trovo in una situazione di poca chiarezza sulla strada da prendere, sulla …