sabato , Maggio 25 2024

Correre sulla ruota come un criceto con il taccuino

Hai presente un criceto che corre sulla ruota? Fra tutte le condizioni umane che possono generare disagi e malesseri, credo che l’eccesso di “mente” sia al primo posto. In questo grande serbatoio finisce tutto quello che pensiamo per noi, per gli altri, che gli altri crediamo pensino di noi, le rielaborazioni delle sensazioni che proviamo, i film che ci facciamo su come dovrebbe svolgersi una situazione, le nostre paranoie, le insicurezze che diventano ossessioni, e più di ogni altra cosa la mente diventa un archivio in cui mettiamo in maniera più o meno ordinata quello che ci succede e soprattutto la nostra interpretazione dei fatti.

Correre sulla ruota

Nell’archivio della nostra mente sono raccolti tutti i file della nostra vita, organizzati a seconda delle emozioni che hanno generato in noi: gioia, dolore, rabbia, frustrazione, entusiasmo, e così via, partendo sempre da un solo punto di vista, il nostro. Cosa significa questo? Che tutto quello che viviamo viene filtrato dal nostro modo di vedere le cose, di vivere le emozioni, di rapportarci alla vita. E questo modo è stato influenzato da tutto ciò che abbiamo ricevuto durante l’infanzia in maniera diretta, dalla nostra famiglia, e in maniera indiretta dall’ambiente sociale che abbiamo frequentato. Da questo si evince che la mente, spesso e volentieri, mente! Nel senso che distorce la realtà, facendocela percepire attraverso le lenti appannate delle nostre credenze.

Il problema della mente è che non è al nostro servizio, ma esattamente il contrario. Siamo in balia di pensieri continui che spaziano da un argomento all’altro, passando attraverso le nostre insicurezze, paure, timore del giudizio altrui, rabbia per non essere capiti e amati come vorremmo, frustrazione per non riuscire a controllare persone ed eventi intorno a noi.

Ecco allora che nel nostro cervellino il famoso criceto pensante inizia la sua maratona, e si deve essere allenato proprio tanto perché ha una resistenza davvero incredibile. La nostra mente produce pensieri e immagini in continuazione, senza che ce ne accorgiamo quasi, così, in automatico, e siamo talmente attivi su questo versante che il nostro fisico a un certo punto non ci segue più. La stanchezza che proviamo spesso senza una ragione apparente è data proprio dal fatto che la nostra batteria energetica è consumata al 90% dalla nostra mente, e il 10% restante non basta per tutte le altre attività. Se pensassimo almeno solo a cose presenti, magari il lavoro sarebbe più leggero, ma il nostro criceto super allenato ha persino un taccuino su cui segno tutte le cose che possono essergli utili a seconda delle situazioni. Quindi abbiamo una mente che lavora come una matta e si ricorda di tutto. Siamo spacciati praticamente. E questa tendenza non è solo appannaggio degli adulti, ma anche degli adolescenti della nuova generazione, che rinfacciano abilmente alla prima occasione tutto ciò che non hanno digerito perché magari non rispondeva alle loro aspettative. Un pensiero o un’immagine possono ripetersi in continuazione, ma siamo consapevoli solo dei contenuti che attraggono la nostra attenzione. Nella nostra mente c’è un crepitio continuo di cui ci accorgiamo solo quando si interrompe.

La mente va educata

Bisogna allenarsi a scegliere i pensieri, a non farsi travolgere dalle emozioni che creano scenari tragici quanto irrealistici a volte, perché spinti da meccanismi di difesa inconsci che ci conducono a certe visioni piuttosto che altre. La mente va educata con disciplina e una sana dose di onestà. Lavoro immane e difficile oltre ogni aspettativa, ma possibile, è solo questione di allenamento e ferrea intenzione di migliorare la qualità della nostra vita. Poi è un giorno dopo l’altro.

Da mondo vibrazionale ci vengono in aiuto alcune essenze, che in alcuni frangenti della mia vita mi hanno davvero sostenuta:

* White Chestnut (Fiore di Bach), per chi ha pensieri continui e ossessivi. Queste persone non hanno pace, rimuginano sulle cose senza trovare una soluzione, come un disco che salta sempre nello stesso punto, e questo Focausa mal di testa, disturbi alla concentrazione, inquietudine interiore e nervosismo. Questo rimedio è un buon antiparassitario mentale, per chi vuole mantenere la mente lucida e agile.

* Tigre (Essenze Animali Selvatici) per acquietare la mente. Aiuta coloro che sono in uno stato di debolezza fisica ed emotiva, che mancano di concentrazione, fermezza mentale, potere personale e forza.

* Colomba (Essenza Animali Selvatici) per trovare uno spazio di quiete, silenzio e pace interiore. Dona calma e rallenta i processi mentali anche in periodi di forte stress e difficoltà.

* Bufalo (Essenze Animali selvatici), aiuta il radicamento, permette di rallentare il ritmo ed accedere al qui e ora, coltivando la calma,la concentrazione e la quiete interiore.

Dal mondo delle pietre e dei cristalli, invece, ci viene in aiuto la Fluorite, che aiuta a superare la dipendenza e le idee fisse, la ristrettezza di vedute e i modelli di pensiero limitanti .Contribuisce inoltre a ripristinare e a mantenere un certo ordine mentale, permettendo la rielaborazione delle esperienze del passato evidenziando il disegno complessivo dietro ad azioni apparentemente scollegate.

Maruska Cappelletti

About Redazione

Prova anche

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano   Venerdì 26 maggio alle ore 18.30 …