domenica , Giugno 16 2024

Buono Ikea da 500 euro? Attenti alla bufala digitale!

Il buono bufala

Un messaggio su WhatsApp che annuncia un buono Ikea da 500 euro: “Hai visto mai… pensavo che era una fregatura e invece l’ho appena preso!” seguito da un link. L’ennesima bufala che sta circolando in questi giorni sull’app dall’icona verde, arriva generalmente da amici, parenti o semplicemente contatti in rubrica.  Molti di voi lo avranno già ricevuto (io sono a quota 2): è la nuova catena di sant’Antonio che fa credere agli utenti meno avveduti di potere incassare il cash rispondendo a poche semplici domande.

Primo campanello di allarme

L’italiano sgrammaticato è, spesso, un primo campanello di allarme. Il malcapitato che clicca sul link poi accede a un sito che, con ogni evidenza, non è quello ufficiale del colosso svedese, ma piuttosto una pagina web sviluppata dall’amico straniero del cugino. Finalmente si passa al test! Dopotutto si tratta solo di rispondere a qualche semplice domanda: “Compri spesso da Ikea?”, “sei mai stato insoddisfatto di un nostro prodotto?” e via dicendo.

Cosa si rischia?

Il messaggio ci invita a condividere il test con 15 gruppi o amici su Whatsapp, poi si potrà chiedere il fantomatico buono lasciando la propria email: lo scopo di questa catena, infatti, è quello di impadronirsi dei dati personali degli utenti.  Il rischio è che il proprio indirizzo venga bombardato di spam o nella peggiore dell’ipotesi,  potremmo ricevere virus, malware o tentativi di phishing.

Sei caduto in questa trappola?

Niente paura. La cosa migliore da fare, nel momento in cui ricevi uno di questi messaggi, è non cliccare sul link e, soprattutto, interrompere la catena evitando di inoltrare il messaggio. In seconda analisi, qualora avessi cliccato sul link e fornito i dati richiesti, consigliamo di contattare il tuo operatore telefonico per verificare che non siano stati attivati servizi a pagamento non richiesti.

La smentita del colosso svedese

Ikea ha già precisato attraverso un comunicato sul proprio sito la sua totale estraneità all’iniziativa e ha anche comunicato di aver già intrapreso tutte le azioni del caso per far luce sull’accaduto. La smentita è arrivata anche dalla Polizia postale che ha messo in guardia gli utenti dal rischio del tentativo di truffa messo in atto.

 

 

About Michele Marino Macina

Prova anche

Per Sara…

Nella vita di ciascuno di noi c’è un appuntamento con il destino, che ci coglie …