venerdì , agosto 23 2019
Home / In Evidenza / Prima ecografia: il primo ritratto dell’uomo che verrà

Prima ecografia: il primo ritratto dell’uomo che verrà

Ecografia: il primo ritratto dell’individuo che verrà

Si veste a tema autoritratto la vetrina della Carlo Biagioli srl, lo stesso lanciato dalla stessa nelle settimane scorse dal “secondo concorso internazionale d’arte”.

 

“Non sappiamo da dove veniamo né dove andremo dopo, tutto ciò che sappiamo è che nel mezzo abbiamo bisogno di amore

Da dove veniamo? Chi siamo? Dove andiamo? è un dipinto del pittore francese Paul Gauguine”.

Domande che si sussurrano al cielo, spesso nei momenti topici della nostra esistenza, nessuna risposta assoluta o univoca.

 

La nascita è un mistero: dove si trovava la nostra anima prima di noi, dove andrà quando il nostro corpo mortale avrà cessato di esistere?

Chi siamo? Il nostro destino è già scritto o siamo noi a determinarlo?

La nascita è un dono, un mistero, un prodigio della biologia, esistiamo dal nostro primo respiro o dal momento in cui la prima cellula di noi si forma?

Si è soliti considerare il primo giorno della nostra vita quello in cui siamo venuti al mondo, ma prima ci sono nove lunghi mesi in cui ciascuno di noi è un organismo in via di sviluppo nel ventre della madre.

Ogni mamma vive con un misto di ansia e emozione gli appuntamenti di controllo dal medico durante i nove mesi di gestazione, non solo per essere rassicurata sullo stato di salute del piccolo ma anche per vederlo nell’ecografia, un fagiolino con un cuore pulsante durante le prime settimane, un bimbo pronto a vedere la luce nelle ultime.

C’è già la nostra indole e la nostra storia in quelle immagini?

“Questo bimbo non è cefalico non è podalico, sta un po’ a traversa” dice la Dottoressa.

La mamma ride e capisce subito che con quell’esserino si intenderà alla perfezione!

E’ la prima ecografia il primo ritratto di noi stessi

 

La prima ecografia è come la fotografia di un turista alla torre di Pisa tutti ne hanno una e tutte sembrano uguali…tranne che per la mamma

E’ dedicato a una riflessione sull’autoritratto il concorso d’arte lanciato nello scorso giugno dalla Carlo Biagioli srl “Autoritratto”.

L’iniziativa ha ottenuto il Patrocinio della Segreteria Istruzione e Cultura della Repubblica San Marino.

In palio un premio di euro 500 e l’esposizione per tre mesi nella sede della Carlo Biagioli srl via Piana, 7 San Marino-città.

Il Concorso è rivolto ad artisti e neofiti di qualsiasi età, provenienza e nazionalità, il tema  può essere interpretato in modo completamente libero a condizione che le fotografie, sculture, dipinti, video, racconti  ritraggano  in una qualsiasi modalità, l’autore stesso.

Il termine ultimo per consegnare l’opera è fissato per le ore 12 di domenica 8 settembre 2019 presso la sede della Carlo Biagioli Srl e previo contatto telefonico dell’utenza 335-7341511. Tutte le opere pervenute saranno fotografate ed esposte anche sul sito della Carlo Biagioli Srl dove sarà anche possibile effettuare una votazione on-line.


 

About Redazione

Prova anche

Totem: il nome di caccia

Gatta curiosa è il mio nome totem o nome di caccia che dir si voglia, ...