lunedì , marzo 30 2020
Home / In Evidenza / Nascita di un figlio: il mio per sempre

Nascita di un figlio: il mio per sempre

La posta delle emozioni

Per sempre è come mai: non esiste? – Il tempo del “sempre” non è eterno, non è senza limiti. Anzi, il più delle volte ha un inizio e una fine.

Inviate le vostre storie di “mai” e “per sempre” a [email protected] oppure [email protected]

Cara Chiara

Mai più!

Ci sono degli accaduti nella vita che fanno la differenza per ciascuno di noi. Quei piccoli attimi che cambiano un nostro pensiero, un nostro sentire e di conseguenza un nostro agire, per gli anni a venire. Sono quelle esperienze così forti, dalle quali usciamo diversi, e che ci fanno dire Mai più, o Per sempre. Vi racconto le mie esperienze, come le ho vissute io e come mi hanno cambiato.

 

Non ricordo esattamente a che età risale il mio bisogno di apparteneza o se è sempre stato li, una cosa innata in me. Ricordo però che all’età di 5 anni avevo promesso a Niko, al mio coniglietto preferito, (che poi risultò una femmina e allora cambiai il nome in Niki), le avevo promesso che l’avrei amata per sempre e sarebbe stata per sempre accanto a me. Ciò non successe poiché dopo poco Niki se ne andò in cielo. Un modo piuttosto crudele per capire che nulla dura per sempre. Poi crebbi, passarono gli anni e la mia personalità fioriva come la rosa più bella ma ahimè con le spine cosi pungenti.

Ho ancora in mente forte la frase ” Io non mi innamorerò mai!”. Quella forte paura di farmi “vedere” da un’altra persona, quella paura che ti paralizza. Non tardò molto e le farfalle leggere dentro lo stomaco, dentro il cuore, la pancia, insomma ovunque dentro di me, fecero quella frase sembrare così ridicola. “Io non mi innamorerò mai!”.. ah ah ah

Mi innamorai ed era come volare. Inutile dire che l’idea “durerà per sempre” si era impadronita di ogni mia cellula. Così non fu. Ci lasciammo a malo modo e come la relazione andò a pezzi, così anche il mio povero cuoricino, portandosi dietro il “Mai più!”. Ero convinta, cavoli se ero convinta! Ma mi innamorai di nuovo e ancora ed era ogni volta bellissimo. Ogni volta pensavo “non amerò mai come amo ora” e per un certo verso era vero. Fino il giorno in cui…

Nacque lei, la mia scuignizzola, la mia piccola pulce. Mai avevo provato un sentimento di tale intensità e allo stesso tempo serenità, MAI!

E come “quasi” sempre accade, la nascita di un figlio stravolge. Un tale miracolo fa si che si guardi il mondo e la vita con altri occhi. Mai avrei pensato di essere cosi forte e allo stesso tempo cosi fragile dinanzi ad un essere cosi piccolo. Mai avrei pensato di poter essere in grado di amare cosi. Mai avrei pensato di gioire ad essere ridicola mentre insieme ci immaginiamo draghi invisibili e li sconfigiamo.

Ed eccomi qui, mentre cerco di insegnare a mia figlia che tutto ha un inizio, uno svolgimento ed una fine, mi rendo conto che Mai nulla è per sempre, tranne il mio amore per lei.

Cosi ho deciso e mi sono promessa e stavolta giuro che è per sempre, Mai dire Mai.

Irma Aruachi

Cara amica mia

Mi riporti con le tue parole a un momento ormai lontano, quello in cui sono diventata mamma per la prima volta…che emozione! anche io allora ho sentito forte un per sempre, ma era una reazione più che altro ancestrale, dettata dal sangue, guardavo la mia creatura e pensavo ” se a questa bambina capita qualcosa non potrò mai più essere felice”. Ecco una reazione dell’anima ancora prima che dettata dalla razionalità.

Quando ci sentiamo pronti a dire il nostro per sempre? Davanti a eventi di questo tipo: la nascita, la morte quando sentiamo forte un impulso “Ti amerò per sempre” Ti ricorderò per sempre”.

Un abbraccio

 

Chiara

 

Scrivi la tua lettera alla Posta delle emozioni: [email protected]

About Redazione

Prova anche

La mia casa racconta chi sono

“La mia casa racconta chi sono” “Ho un cane di nome Marshall, tantissimi gatti…e abito ...