mercoledì , agosto 5 2020
Home / In Evidenza / Indian Stages

Indian Stages

Posso sempre chiedermi di  volare separatamente dalla identità  di certe vedute.

Ma posso anche portar con me, attorcigliata alla caviglia, la riconoscibilità.

indian-pics-1

Il verde è un magnete.

C’è una resistenza a che me ne appropri con profondità.

Avvertendo di non poter fare di più, ne rattoppo i confini con del bianco,facile a flettersi, e restandomene un poco, avvolgo parte della  circonferenza -scoperta su di me- di questa materia.

Se ricordo di esser grande, proietto un nuvolone attorno alla mia figura.

No.

Non ne sento confortante bisogno, però.

indian-pics-2

Come fare a non approfittare del tocco grumoso e croccante di grigio della pietra scomposta?

Preoccuparsi di qualcosa di preciso e limitante per forza?

indian-pics-3

Non devi chiedermi perché mi riconosco nel gancio che ho deciso io, su di me.

Forse, posso volarci più lontano.

indian-pics-english-style 

testo: Luigi Lewis Busignani

ph: Carlo Biagioli

About Redazione

Prova anche

Raccontami una storia: “Cristina”

Cristina di Cristina Cannavò C’era una volta una bambina, che non sapeva, però, di essere ...