martedì , dicembre 18 2018
Home / Zoom / AASS: differenziamoli / Incontri di educazione ambientale presso le Scuole Medie

Incontri di educazione ambientale presso le Scuole Medie

Incontri di educazione ambientale presso le Scuole Medie

UN APPUNTAMENTO FISSO GLI INCONTRI DI EDUCAZIONE AMBIENTALE SOSTENIBILE PRESSO LE SCUOLE MEDIE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

L’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici promuove da diversi anni una serie di incontri di educazione ambientale sostenibile che coinvolgono gli alunni della prima media dei plessi di Fonte dell’Ovo e Serravalle. Il tema principale affrontato riguarda la gestione dei rifiuti e di come questi possano in realtà rappresentare una ricchezza. E’ fondamentale generare condivisione e partecipazione anche da parte dei più giovani affinché la raccolta differenziata diventi una prassi collettiva consolidata, con l’auspicio di sviluppare una coscienza ecologista in grado di gestire le risorse nel pieno rispetto e difesa dell’ambiente. Gli incontri, di circa un’ora, condotti dal Capo Servizio Igiene Urbana dott. Dario Felici e dal Referente Ambiente AASS, ing. Giuliana Barulli, propongono una riflessione sull’importanza di adottare comportamenti responsabili. Quest’anno l’AASS ha proposto un nuovo percorso dal titolo: L’uomo ed i rifiuti, una storia che parte da lontano!! Partendo dal concetto che in natura il rifiuto non esiste ma nasce con l’uomo, si affronta la storia evolutiva dell’uomo e delle sue abitudini in tema di gestione dei rifiuti.  All’inizio della sua vita sulla Terra, l’uomo non aveva problemi con i rifiuti: essenzialmente cacciatore, si cibava di animali producendo rifiuti compatibili con l’ambiente come ossa degli animali cacciati e mangiati ed utensili ed armi non più in uso. Nell’intento di coinvolgere i ragazzi si è fatto toccare con mano un osso fossilizzato di un animale e qualche strumento arcaico di pietra, proseguendo poi per le varie epoche Medioevo, Rinascimento, Rivoluzione industriale, il 900 fino ad arrivare al giorno d’oggi, l’era del consumismo e dell’usa e getta. Ai ragazzi si è mostrato un cumulo di rifiuti appositamente raccolti come campione rappresentativo in quantità e qualità della produzione media di un sammarinese nell’arco di una settimana. Si è precisato che in media ogni cittadino produce circa 1,5 kg/giorno di rifiuti, 10 kg/settimana, 525 kg/anno ed ogni anno l’AASS si occupa della gestione complessiva di circa 17.000 tonnellate di rifiuti. Si è proposto ai ragazzi di mettersi nei panni di tecnici di laboratorio per eseguire le analisi merceologiche suddividendo i rifiuti per tipologia nei vari contenitori dedicati per poi analizzare i pesi di ogni tipologia di rifiuto e la relativa percentuale di raccolta differenziata. E’ stato dimostrato che il volume maggiore è rappresentato dalla plastica ma si è determinato che il rifiuto maggiore in termini di peso è il rifiuto organico, circa il 30% sul totale ovvero circa 5.000 tonnellate. Al fine di illustrare come la Repubblica di San Marino ha affrontato il tema del trattamento dei rifiuti organici, si è proiettato un video rappresentativo del processo di compostaggio industriale gestito dall’AASS, visibile sul sito dell’Azienda nella sezione Ambiente al seguente link

http://www.aass.sm/site/home/ambiente/compostaggio/compostaggio-industriale.html

Si è affrontato il tema del divieto dell’abbandono dei rifiuti e le numerose conseguenze che comporta, incentivando i ragazzi a frequentare il Centro di Raccolta di San Giovanni, un servizio a disposizione di tutti i Cittadini, aperto tutti i giorni dalle 6:00 alle 17:45 escluso domenica e festivi. Il Centro di Raccolta non solo è gratuito ma anche conveniente. E’ infatti possibile conferire tutti i rifiuti differenziati domestici ed il nuovo gestionale del Centro di Raccolta provvederà al riconoscimento di un incentivo economico pari a 4 cent/Kg, che verrà contabilizzato sulla SMaC Card. L’importo totale accumulato durante l’anno, con il limite di 50,00 euro/anno, verrà accreditato direttamente sulla SMaC Card entro il mese di gennaio dell’anno successivo. In conclusione si riflette con i ragazzi sul concetto di riuso come risorsa lanciando una sfida: andare verso una riduzione della produzione dei rifiuti al fine di ridurre la dipendenza da impianti di smaltimento esterni al territorio, in una rete di responsabilità condivise e di efficienza per una Repubblica di San Marino “verso rifiuti zero”. L’AASS continuerà nel corso del prossimo anno il suo impegno in questa direzione programmando numerose altre attività rivolte ai ragazzi della Repubblica che saranno ricevuti presso il nuovo Centro di accoglienza didattico realizzato presso la sede del Servizio Igiene Urbana di San Giovanni e presso il futuro Centro del Riuso dedicato ai rifiuti che ancora in buono stato possono trovare una nuova vita.

Comunicato Stampa del 14/12/2017
Azienda Autonoma Di Stato Per I Servizi Pubblici

 

About Valentina Polverelli

Prova anche

Occhio alla truffa “Congratulazioni hai vinto”. L’allarme della GdR

“Congratulazioni, hai vinto un virus” SAN MARINO. Ormai prolifera come un fungo la truffa “Congratulazioni, hai ...