domenica , maggio 20 2018
Home / In Evidenza / Per le strade di San Marino: via Giuseppe Mastella

Per le strade di San Marino: via Giuseppe Mastella

Via Giuseppe Mastella si trova a Borgo Maggiore.

Giuseppe Mastella nacque a Firenze nel 1868, morì a San Marino nel 1957. Sinceramente affezionato alla terra che lo ospitava, meritò di essere considerato sammarinese: nell’aprile 1909 fu ascritto alla cittadinanza sammarinese e occupò anche un seggio in Consiglio.

Dedicò la vita alla scuola e letteratura.

Per più di quarant’anni insegnò nel liceo sammarinese.

Famoso grecista, di lui conosciamo traduzione dei lirici e dei gnomici greci.

Ma si dedicò soprattutto alla poesia e si espresse preferibilmente in quella forma compositiva d’antica tradizione che è il sonetto.

Tra i motivi della sua poesia rileviamo l’amore per il paese ospitale di cui celebrò vicende e tradizioni, l’ammirazione per lo spettacolo della natura, di cui apprezzò soprattutto gli aspetti più semplici e schietti, l’interesse per la letteratura italiana di cui ne esaltò i poeti maggiori.

E’ autore di una raccolta di sonetti intitolata “In Republica bona”, che si ispira alla vicenda che legò Garibaldi a San Marino. In un sonetto “La guida” ci presenta il popolano sammarinese Nicola Zani, che nel buio della notte per dirupi, condusse Garibaldi  in fuga e i suoi fuori dall’accerchiamento degli austriaci, avviandoli verso Cesenatico

L'immagine è stata gentilmente messa a disposizione di Zoomma da Oscar Cervellini
L’immagine ritrae Nicola Zani, è stata gentilmente messa a disposizione di Zoomma da Oscar Cervellini

La guida

Venne la guida: un uomo arido, ossuto

Tutto pel, tutto nerbi, tutto nocchi,

Tutto rughe la fronte ampia, con gli occhi

Fiammeggianti e il contegno risoluto:

Cacciatore instancabile, saputo

Nel rampare per dirupi e per trabocchi,

Nell’entrare il padul fino ai ginocchi,

Nel trovare come il can, la strada al fiuto.

Si profferse con gioia: a una secreta

Vista raccolse la famiglia, e, stesa

Largo accennando la callosa mano,

Indicò guadi e valichi, Sogliano

Bianca dai verdi poggi al ciel protesa,

E cupa in fondo al piano la Pineta.

(G. Mastella, I sonetti)

Chiara Macina

About Redazione

Prova anche

Tre francobolli per il 10° anniversario unesco

Tre francobolli per celebrare il 10° anniversario Unesco

Centro Storico e Monte Titano  nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità SAN MARINO. L’Ufficio Filatelico ...