sabato , agosto 8 2020
Home / News / Bellezza e Benessere / "dica 33" / Bisogna stare sempre attenti, ma c’è anche chi sta attento per noi

Bisogna stare sempre attenti, ma c’è anche chi sta attento per noi

Dal nuovo virus che sta colpendo Brasile, Stati Uniti e Porto Rico, al piumino con cappuccio con bordo in pelliccia che può provocare reazioni cutanee, dal liquido per bolle di sapone non ammesso in Italia all’olio di palma contaminato con Sudan IV. E solo per farne alcuni esempi.

Si tratta degli avvisi che riguardano la sicurezza di alimenti, prodotti ed eventi epidemici all’estero che sono disponibili sui vari siti specifici di prevenzione e sicurezza. Quelli citati sono, nello specifico, presi dalla sezione apposita del sito del ministero della salute italiano.

Si tratta di una sezione che non dà solo conto di problematiche di vario tipo o veri e propri avvertimenti, ma anche rende nota l’autorizzazione all’utilizzo di nuovi presidi medici o chirurgici.

Stare infatti attenti e al passo con i tempi su tutto quello che succede a volte può essere difficile. Inoltre sempre più spesso sui social media e su vari siti di vera e propria disinformazione, vengono riportate notizie anche un po’ strampalate come quella su scatolette di tonno contaminate dalla radiazioni della centrale giapponese di Fukushima, oppure di sostanze nocive contenute in altri prodotti.

Se anche il più delle volte tali notizie non corrispondono affatto al vero, altre sono invece da prendere in considerazione.

Per distinguere la “bufala” dalla verità buona prassi è affidarsi proprio a chi rilascia informazioni ufficiali e certificate. Il sito del ministero della salute italiano è appunto uno di questi.

Scorrendo per esempio gli avvisi più recenti, si scopre che nei soli 19 giorni dell’inizio dell’anno infatti, sono già stati inseriti tre annunci nella categoria “prodotti pericolosi”. I primi due, entrambi datati 8 gennaio, riguardano delle scarpe da donna “Wellspring” che possono dare un rischio irritazione di natura chimica per la presenza di DMF. Il paese di origine di tale prodotto è la Cina. Altra segnalazione, sempre dell’8 gennaio è quella relativa a delle gomme per cancellare, sempre prodotte in Cina, della marca “SYWJ” che rappresentano un rischio chimico per la presenza di ftalati. Infine, sempre tra i prodotti pericolosi viene citato con data 16 gennaio quanto segnalato dalle associazioni consumatori sul “piumino con cappuccio con bordo in pelliccia” della “Blumarine Baby” prodotto in Italia e che può dare rischio chimico rappresentato da reazioni cutanee.

donna-stetoscopioNegli “eventi epidemici all’estero” sono quattro gli avvisi del 2016 a cui si aggiungono altri 6 avvisi del solo dicembre 2015. In particolare viene richiesto di prestare attenzione ai rischi derivanti dalla “Sindrome respiratoria Medio – Orientale da coronavirus” in particolare in Arabia Saudita e Oman con cinque nuovi casi da Natale ai primi giorni dell’anno e che hanno comportato anche due decessi.

Altri eventi epidemici segnalati sono i focolai di infezione da virus influenzale A (H5N6) nell’uomo in Cina, oppure l’incremento sensibile del numero di casi di microcefalia nel Brasile forse in relazione al virus Zika. E proprio la presenza di virus Zika viene segnalato dagli Stati Uniti nella Confederazione di Porto Rico, un territorio non incorporato negli Stati Uniti.

L’ultima sezione da consultare ogni tanto riguarda la sicurezza alimentare. Fortunatamente non ci sono segnalazioni in questi primi giorni dell’anno. L’ultima è relativa al rischio di presenza del colorante “Sudan 4” nel prodotto “Asanta enterprise”, marca “Ghana best olio di palma Zomi” e prodotto proprio dal paese africano del Ghana e giunto in Europa via Olanda.

Sono avvisi anche le notizie

allerta-okAl di là del necessario controllo di quelli che sono gli avvisi relativi alla sicurezza e quindi a prodotti o situazioni che possono mettere a rischio la salute, stare sempre aggiornati su quello che accade può aiutare a evitare situazioni spiacevoli. Per questo, se non si riesce a stare aggiornati consultando magari i principali siti di informazioni o notizie, può tornare utile consultare anche la sezione news e media sempre del ministero della sanità italiano dove sui temi che interessano appunto la salute sono presenti anche le notizie riguardanti gli interventi dei Nas dei Carabinieri e relativi a indagini o sequestri di prodotti pericolosi o nocivi, come i sequestri di pesce non adeguatamente conservato, o prodotti alimentari alterati o scaduti o giochi contraffatti.

Come recitava una vecchia pubblicità sempre un po’ attuale, d’altronde, se qualcosa di pericoloso o nocivo “lo conosci, lo eviti”… Stare aggiornati e sapere dove informarsi, può aiutare a conoscere cosa sia da evitare e quando. A beneficio di tutti, anche di chi ci sta vicino.

Franco Cavalli

About Redazione

Prova anche

Raccontami una storia: “Una vita diversa”

UNA VITA DIVERSA di Stella Diluiso Non avevo neanche un anno quando ho pagato per ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.