sabato , Maggio 25 2024

Novembre, il periodo giusto per un té al gelsomino

A novembre combattiamo l’arrivo dell’inverno con tè profumati che fanno bene al corpo e allo spirito. Un buon profumo ci fa stare bene: attraverso la percezione degli odori coinvolgiamo la sfera dell’emotività, la memoria, la sensibilità e tutte le aree cognitive correlate, oltre al sistema endocrino e quello immunitario.

IL GELSOMINO: Il nome “gelsomino” sembra avere origine persiana (yasamin): con il tempo, al termine originario yasamin si sovrappose la parola gelso, originando l’attuale nome. Il gelsomino appartiene alla famiglia delle Oleaceae, la stessa di frassino e olivo. Il gelsomino, assunto in infusione, allontana mal di testa, emicranie e tosse. Ha proprietà sedative, facilita la circolazione sanguigna e diminuisce la pressione arteriosa. Combinato con il tè verde ne risulta una bevanda ricca di antiossidanti; con il tè in generale favorisce la perdita di peso grazie al suo effetto drenante e brucia grassi.I fiori di gelsomino contengono acido salicilico, come il salice. Per questo motivo, bere un infuso è ottimo per calmare i mal di testa o problemi simili. Inoltre una tazza di tè con alcuni fiori di gelsomino un’ora dopo i pasti può essere ottimale per favorire la digestione.

LO SAPEVATE CHE: Nella nostra medicina popolare, si narra che il potere del gelsomino sia tale da estirpare invidia e gelosia alle persone che ne soffrono; ancora, secondo la tradizione, il gelsomino aiuterebbe ad assumersi le proprie responsabilità ed a divenire consapevoli di come si agisce e ci si comporta. In effetti il gelsomino rilassa a livello nervoso svolgendo una doppia azione: in caso di ansia o agitazione è calmante; contemporaneamente rafforza il carattere rendendolo più equilibrato, stimola la volontà, aiuta, in caso di depressione, a superare l’inerzia e l’apatia e induce all’ottimismo. Secondo una credenza araba, il paradiso è pervaso da fiori di gelsomino: non a caso, il fiore viene spesso utilizzato come simbolo di amore divino. Anticamente, il gelsomino simboleggiava l’immortalità, mentre in Spagna è da sempre considerato simbolo di sensualità. Considerato dagli arabi il re dei fiori, il gelsomino è citato, insieme alla rosa, come fiore dell’amore e dell’affettività, simbolo del femminile per eccellenza. Una leggenda racconta che i gelsomini sono stelle precipitate sulla terra; sprigionano il loro massimo profumo di notte e sono per questo legati ai due astri notturni per eccellenza, la Luna e Venere. Questi astri governano l’equilibrio dell’organismo femminile nei suoi due aspetti psico-emotivo e riproduttivo.

In negozio: Tè Verde Gelsomino Biologico Speciale, Tè Verde Tradizionale “Bai Mao Huo”, Bancha Fiorito, Fiori del Tè

I NUOVISSIMI ARRIVI: Tè Nero Gelsomino, Marmellata di fiori di gelsomino (con zucchero di canna).

About Redazione

Prova anche

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano

Quinto appuntamento per il Caffè letterario del Titano   Venerdì 26 maggio alle ore 18.30 …