mercoledì , Luglio 17 2024

Dedicare tempo di qualità ai bambini: quattro modi

Dedicare tempo di qualità ai bambini non è così scontato

Il ritmo frenetico della quotidianità e gli orari ben scanditi ci portano spesso a fare tante cose in velocità dimenticandoci che ciò che conta in realtà è l’essere “presenti”, dedicare tempo di qualità del tempo è molto importante.

Quando è stata l’ultima volta che ti sei sentito completamente immerso in un’attività con i tuoi figli e hai perso la concezione del tempo?

Quand’è stata l’ultima volta che vi siete veramente divertiti insieme?

Dedicare tempo di qualità ai figli è importante sia per loro che per noi genitori

Per loro perché quando ci sentono vicini e partecipanti “attivi” è un po’ come versare nel loro “serbatoio emozionale”, più investiremo tempo con loro e meno nella loro crescita richiederanno il nostro intervento e andranno così verso l’autonomia con più sicurezza.

Per noi adulti invece è utile fare attività con i più piccoli perché ci consente di tornare un po’ bambini, uscire dal nostro ruolo, esprimere la nostra creatività ed entrare in contatto con noi stessi.

Se invece, come spesso succede, presi da mille impegni e troppi pensieri ci perdiamo nei meandri della routine pensando che ogni giorno è uguale all’altro, che siamo troppo stanchi al ritorno dal lavoro per fare qualsiasi cosa, che staremo con loro quando andremo in ferie perché ora non è il momento, il rischio è che il momento giusto non arriverà mai, il tempo passa, i figli crescono, se ne vanno di casa e non si torna più indietro. Quel che è fatto è fatto!

Per evitare rimpianti, se la tua intenzione è quella di goderti i tuoi figli, vederli “crescere” nel vero senso della parola e lasciare un segno nella loro crescita, ecco 4 modi per ricordarti di quanto sia utile e ripagante dedicare tempo di qualità  ai nostri bambini:

  1. Stabilisci tu il tempo (mezz’ora, un’ora o più) che sai di poter essere presente con i bimbi e comunicaglielo facendo presente che al termine tu ti dedicherai ad altre cose (lavoro, riposo, lavori domestici etc.)

Prometti che per la durata della vostra attività sarai solo per loro.

I bambini si muovono meglio se hanno dei limiti chiari e anche tu eviterai continue richieste di attenzione.

La cattiva notizia è che il tempo vola. La buona notizia è che sei il pilota” Michael Althsuler

  1. Spegni il cellullare!

Io che utilizzo cellulare e social per lavoro mi accorgo di quanto tempo spesso se ne va in balia di questo “arnese tecnologico”, e di quanto sia sottile il confine tra l’uso e l’abuso.

Per cui approfitta per fare anche tu una pausa e spegni tutto, non succede niente se per mezz’ora o un’ora non sei connesso anzi fai un regalo al tuo cervello che smette di ricevere stimoli e ti rilassi!

Impara a controllare tu il tuo telefono altrimenti lo farà lui per te” Romina A.

  1. Proponi tu un gioco

Mi sono accorta, sulla base della mia personale esperienza, che spesso non avevo idee su cosa fare con mia figlia a parte cucinare, giocare con il pongo o coinvolgerla nei lavori di casa.

Tempo fa ho trovato in commercio delle carte (di Lynn Gordon) che illustrano attività divertenti in alternativa alla Tv.

Per me sono state di grande aiuto, mi hanno offerto nuove idee e ho iniziato a sviluppare la mia creatività sempre di più!

A volte basta avere degli input, con poco ci si diverte e i bimbi si stupiscono!

Le idee che hanno enormi conseguenze sono idee sempliciLev Tolstoj

  1. Impara a chiedere aiuto

Se sei veramente stanco/a e magari sei anche stressato/a o arrabbiato/a, il chè può succedere, chiedi a qualcun altro di prendersi cura dei bambini (marito, moglie, nonni, baby sitter etc.) e tu fai quello che ti serve per ricaricarti.

Quando sei scarico/a sei meno paziente e meno disposto a Dare.

Se tu stai bene sta bene anche chi è attorno a te, e ricorda che tu sei importante quanto i tuoi figli!

Dopo il verbo “amare” il verbo “aiutare” è il più bello del mondo”.
(Anonimo)

E ora che conosci questi 4 modi sperimentali e adattali a te!

Non esistono verità assolute, si tratta a volte di fare piccoli accorgimenti per vivere pienamente presenti.

Che cosa vuoi insegnare ai tuoi figli?

Che eredità vuoi lasciare loro?

Un appartamento o tempo di qualità insieme?

Se l’articolo ti è piaciuto e ti è stato utile metti un bel mi piace, se vuoi condividilo con chi pensi  ne possa trarre utilità e lascia un tuo commento! Sarò felice di risponderti!

Sii il miglior genitore che puoi essere!

Romina Angeli Life Coach

About Redazione

Prova anche

Buon vento piccola donna!

Quando io mi trovo in una situazione di poca chiarezza sulla strada da prendere, sulla …