martedì , Aprile 23 2024

“A te, mio eroe moderno” di Selena Simoncini

A te, mio eroe moderno

di Selena Simoncini

 

A te, che l’universo

mandò a me come

fedele alleato, a te,

mio “Capitano

Reggente”,

condottiero romano,

fiero ed impavido, che

sguainata la spada,

sempre mi proteggesti dalle

molte insidie esterne.

 

A te che pur non

potendomi difendere

dalle mie più oscure

paure, dalla mia

anima a tratti oscura,

ciò non di meno mi

guidasti attraverso le

sfide del mondo visibile.

 

Io, gelosa di te,

ambivo alla tua

geniale intelligenza, al

tuo irreprensibile

senso di giustizia ed

alla tua impavida

integrità; allora ero

inconsapevole ed

ignara, che la mia

intelligenza diversa,

emotiva, caparbia e

sensibile aveva la tua

medesima valenza,

seppur con diverso scopo.

 

Ora, adulta

comprendo tante

cose, tante intenzioni,

connessioni, ruoli

diversi a tratti opposti

ma al tempo stesso

meravigliosamente

complementari che

allora, come ora, e

fino alla fine di questo

significativo viaggio ci condurranno al fine

ultimo.

 

Pur partendo da due

opposti principi

fondamentali,

arriveremo ad uguali,

seppur, diverse

destinazioni.

 

A te, che la vita mi

donò come fraterno

testimone della nostra

progenie, figlio

dell’antenato nostro

comune di cui ancora

oggi, porti, le

sacre e nobili spoglie.

 

A te, fratello mio

adorato.

 

25/1/2023

Selena Simoncini

About Redazione

Prova anche

Per ridere non serve uno scherzo basta un’altra persona

Per ridere non serve uno scherzo basta un’altra persona   Ridere è cercare la parte …