venerdì , Giugno 14 2024

3 ricette per il vostro 3 settembre in allegria

3 ricette per il vostro 3 settembre in allegria

Avete presente quando si organizza con gli amici il temutissimo porta-party, cioè ognuno porta qualcosa preparato con le proprie manine?

Immancabilmente la vostra prima e forse unica idea è l’insalata di riso condita con il condiriso ?

Se vi trovate in questa dimensione o più semplicemente avete voglia di qualcosa di diverso che lasci i vostri amici a bocca aperta e con la pancia decisamente piena, ecco le tre ricette che fanno per voi!

  • Montecristo sandwich

    Montecristo sandwiches

Questa è la famosa ricetta dei sandwiches – guardo-ingrasso.

Altamente raccomandati per stupire e per deliziare i vostri amici e consigliati come pasto, massimo una volta all’anno.

Vi propongo due varianti da provare: una con il formaggio cheddar, l’altra con il formaggio gouda.

Ingredienti per n 8 sandwiches:

  • 3 etti 1/2 di prosciutto cotto alla brace

  • 4 fette di formaggio cheddar

  • 4 fette di formaggio gouda

  • 16 fette di pane in cassetta integrale

  • Senape delicata q.b.

  • Maionese q.b.

  • 6 uova

  • Burro q.b.

  • Sale rosa dell’Himalaya q.b.

  • pepe macinato q.b.

Attrezzatura:

  • Una ciotola per l’intingolo

  • Una forchetta per mischiare l’intingolo

  • Un coltello per spalmare

  • Un coltello da taglio

  • Una padella antiaderente

  • Un fornello

  • Una spatolina per girare i sandwiches in cottura

  • Carta assorbente

Preparazione:

Prendere due fette di pane e spalmarne un lato con la senape e uno con la maionese.

Farcire il sandwich con una fetta di prosciutto cotto alla brace, una fetta di cheddar, un’altra fetta di prosciutto e chiudere il panino.

Ripetere l’operazione per gli altri sandwiches utilizzando per la seconda versione il formaggio gouda .

Mettere la padella antiaderente sul fuoco, una volta calda porre a sciogliere almeno 100 g di burro.

Rompere le uova in una ciotola e condirle con due girate di sale e di pepe, sbatterle insieme con una forchetta.

Inzuppare generosamente i sandwiches nell’intingolo di uova da entrambi i lati e strizzarli un pochino per eliminare il liquido in eccesso.

Cuocerli nella padella con il burro fino a che non risulteranno marroncini da entrambi i lati.

Una volta cotti, metterli poi ad asciugare su una carta assorbente.

I vostri montecristo sandwiches sono pronti!

Tagliateli a metà per servirli, saranno molto più invitanti!

2-Patatas bravas con salsa vegana

Le celeberrime patate con una salsa adatta a tutti i tipi di credo alimentare.

Ingredienti:

-per le patate:

  • 1 kg di patate

  • Olio d’oliva q.b.

  • Sale rosa dell’ Himalaya q.b.

  • Pepe macinato q.b.

-per la maionese vegana

  • 100 ml Latte di soia freddo ( mai di riso non monta !)

  • 200 ml Olio di semi di girasole

  • Due cucchiaini Paprika ( di qualità)

  • Due cucchiaini di senape delicata

Attrezzatura:

  • Minipimer

  • Bicchiere alto minipimer

  • Un forno

  • Una teglia da forno

  • Carta da forno

  • Una ciotola per mischiare le patate

  • Un coltello per tagliare le patate

Sbucciare le patate e pulire bene sotto l’acqua corrente. Metterle a bollire in acqua e sale fino a che non risulteranno morbide ( ma non troppo ) toccandole con una forchetta. Scolarle e lasciarle raffreddare.

Tagliarle poi a cubettoni, porle in una ciotola e condirle con olio e pepe ( le avete già salate prima!).

Versatele ora in una teglia foderata di cartaforno e infornarle a 180 gradi.

Cuocerle fino a che non diventeranno dorate ( circa 30 minuti).

Per la maionese prendere il bicchiere del frullatore, versare il latte e iniziare a frullare ( movimenti dal basso verso l’alto) aggiungendo l’olio un pochino alla volta. Quindi frullare, fermarsi, aggiungere olio, frullare, fermarsi e via via fino a che la maionese non inizia ad avere una consistenza cremosa.

Ora aggiungere i due cucchiaini di senape e la paprika, frullare un altro pochino per amalgamare bene gli ingredienti et voilà… maionese vegana eccola qua!

N.b. se il composto non si addensa non disperate, basta aggiungere altro olio e ripetere il movimento alto/basso. Diventerete i maestri Miyagi della maionese vegana!

Servire le patate in un piatto con a fianco una ciotolina riempita di maionese vegana.

patas bravas con maionese vegana

3- Bustrengo moderno detto anche Bu-strange

Il bustrengo è il dolce tipico di San Marino, quello che facevano le nostre nonne, quello della tradizione, quello che ognuno ha la sua ricetta segreta, quello che qualcuno lo fa con il riso e altri solo con un tipo di farina, quello che qualcuno aggiunge i fichi o le mele, qualcheduno lo strutto, ma tutti e dico proprio tutti ci schiaffano l’uvetta. Se c’è una cosa che a me non va giù è proprio quella. Quindi vi propongo una ricetta leggermente modificata negli ingredienti che prevede però la sostituzione dell’uvetta con le gocce di cioccolato o le amarene essiccate.

Ingredienti:

  • 100 g farina di ceci

  • 200 g farina di kamut

  • 100 g pangrattato ( quello vero – cioè quello che si compra dal fornaio )

  • 200g miele

  • 3 uova

  • ½ litro di latte di soia ( così riutilizzate quello di prima )

  • 125 g di gocce di cioccolato fondente oppure 125 g di amarene disiderate

  • La scorza grattuggiata di un arancio

  • 1 cucchiaino di sale

  • 100 ml di olio di oliva

Attrezzatura:

  • una ciotola grande per mischiare gli ingredienti

  • una teglia dai bordi alti rettangolare 35×25 o uno stampo a cerniera per torte rotondo 24 cm

  • forno

  • carta forno

  • stuzzicadenti

Preparazione:

In una ciotola amalgamare tutti gli ingredienti “secchi”: farina di ceci, farina di kamut e pangrattato. Aggiungere uno alla volta il miele, le uova, l’olio, il sale e impastate tutto, aggiungendo il latte un poco alla volta. Unire ora le gocce di cioccolato o le amarene disidratate e continuare ad impastare. Mescolare al composto, la scorza di arancia e versare il composto ottenuto ( deve essere un pochino lento ) in una teglia rettangolare foderata di carta da forno.

Infornare la teglia in forno a 200 ° e cuocere per circa 40/50 minuti.

Per capire se è cotto fare la prova dello stuzzicadenti infilzato nel bu-strange! Se una volta estratto lo stuzzicadenti è asciutto significa che il dolce è pronto!

Tagliare a rettangoli per servire.

bu-strange

Madame Scarpetta

About Redazione

Prova anche

Per Sara…

Nella vita di ciascuno di noi c’è un appuntamento con il destino, che ci coglie …