mercoledì , Maggio 29 2024

“Oltre la via di mezzo”: inaugurazione della mostra

Bocca aperta e occhi spalancati: la meraviglia dell’arte

Sabato 14 ottobre presso lo spazio espositivo della Carlo Biagioli srl (via 25 marzo, 71 Domagnano-Rep. San Marino) si è svolta l’inaugurazione della mostra dell’artista thailandese Phra Nattawat Aupanan dal titolo “Oltre la via di mezzo”.

Alla radice e nella ragione più profonda e intima della meraviglia c’è sempre un senso di mistero e una sensazione di non perfetta comprensione: è questo lo stato emotivo che regala la visione delle opere di questo giovane artista monaco buddista e pittore Thailandese.

I colori predominanti delle tele esposte in questa rassegna sono il rosso, il bianco e il nero, l’impressione visiva ed emozionale è quella di un vortice onirico, in grado di fare fluttuare il fruitore/ spettatore in una realtà parallela, una dimensione diversa da quella fisica.

I soggetti raffigurati sono creature mitologiche, demoni, anime che si trovano a transitare, la pena non è mai permanente nella religione Buddista, nel Narok.

Secondo la visione del buddismo Theravada, quello praticato in Thailandia, le possibili destinazioni per l’anima dopo la morte fisica, prima di poter rinascere sono i Regni degli uomini, dei fantasmi, animali e demoni.

Nella cosmologia buddista nulla è eterno, si muore e rinasce costantemente.

E’ questo flusso costante il vero filo conduttore dei dipinti di Phra Nattawat.

L’inferno come luogo fisico o mentale?

Secondo il pensiero di Kahil Gibran la bellezza ha un potere così forte da generare paura ed estasi, in un punto che si ritrova svincolato da ogni arbitrio.

“Quando la mente si ferma l’anima si espande” e davanti alle opere di Phra Nattawat Aupanan si sperimenta proprio questa meraviglia, non ansia o paura di fronte a quanto rappresentato ma un senso di pace e ispirazione profonda, quasi una porta d’ingresso a un labirinto dei sensi.

L’arte è in grado ampliare la gamma delle esperienze della nostra quotidianità aprendo delle porte , promuovendo riflessioni e suggestioni diverse. A ciascuno arriva una diversa emozione.

Questa è la sua funzione e valore aggiunto.

A seconda dello stato d’animo con cui ci si avvicina a un’opera cambia la nostra percezione della stessa, una magia che si rinnova visitando questa mostra.

L’esposizione è visitabile da lunedì a sabato su appuntamento

About Redazione

Prova anche

“CONSIDERAZIONI SEMISERIE SULLA MIA DEMENZA SENILE” di Renata Rusca Zargar

CONSIDERAZIONI SEMISERIE SULLA MIA DEMENZA SENILE Una stimata famiglia di negazionisti   Provengo da una …