mercoledì , marzo 20 2019
Home / News / Amici a quattro zampe / Cani: come affrontare la paura dei botti di Capodanno

Cani: come affrontare la paura dei botti di Capodanno

Cani: come affrontare la paura dei botti di Capodanno

I cani, e anche i gatti e molti altri animali domestici come ad esempio gli uccelli in gabbia, hanno paura dei rumori molti forti. In particolare stati di terrore e di agitazione molto elevati si riscontrano durante i temporali e durante il Capodanno con lo scoppio di petardi, botti e fuochi d’artificio.

Fortunatamente, non tutti sono terrorizzati; ma in molti casi lo spavento provocato loro da questi rumori, amplificati dall’udito molto più sviluppato del nostro, conduca ad alcune reazioni che possono avere anche conseguenze molto gravi.

I più sensibili a fuochi e botti sono sicuramente i cani, che in alcune circostanze sviluppano una vera e propria fobia nei confronti dei rumori forti. Il primo consiglio, nel caso di cani particolarmente fobici o anziani o cardiopatici, è di rivolgervi al vostro veterinario di fiducia e di farvi prescrivere dei calmanti: ne esistono moltissimi in commercio, molti dei quali completamente naturali, che possono aiutare il vostro cane a rilassarsi nei momenti di maggior tensione.

Inoltre, per evitare che si feriscano o che abbiamo incidenti a causa di reazioni istintive incontrollate, ecco alcuni piccoli accorgimenti:

  • innanzi tutto lasciateli forniti di collare e medaglietta identificativa, per poterli rintracciare più facilmente in caso di smarrimento.
  • possibilmente, non lasciateli da soli. La vostra presenza è già di per se un fattore tranquillizzante. Se invece non è possibile la vostra presenza, lasciate le luci accese e le porte aperte in modo che possano liberamente spostarsi da una stanza all’altra ed eliminare possibili pericoli come oggetti non stabili, spigoli, vetrate non in sicurezza e rifugi troppo stretti il cui accesso potrebbe risultare pericoloso.
  • non lasciateli all’esterno, né legati alla, perché potrebbero strangolarsi nel tentativo di fuggire, né tanto meno liberi perché ancora più facilitati alla fuga. Durante una fuga dettata dal panico potrebbero perdersi, o peggio essere investiti.
  • allo stesso modo non lasciateli sul balcone, perché potrebbero gettarsi nel vuoto.
  • se sono in casa e si nascondono, lasciateli nel loro nascondiglio, che considerano sicuro, e soprattutto lasciateli tranquilli, perché cercare di tranquillizzarli troppo durante un forte stato di agitazione equivale a premiare l’agitazione.
  • cercate di minimizzare l’effetto dei botti tenendo accesa radio o televisione.

Sperando che questi consigli possano esservi utili, o che addirittura non siano necessari, vi auguriamo Buon 2019!

 

Fonte: focus.it

About Valentina Polverelli

Prova anche

gatto porta fortuna

Portafortuna: Maneki Neko il gatto che saluta

Portafortuna:Maneki Neko il gatto che saluta Una statuetta che raffigura un gatto nell’atto di chiamare ...