martedì , dicembre 18 2018
Home / In Evidenza / So fare tutto. Sono una mamma

So fare tutto. Sono una mamma

Mamma e figlia: un rapporto lungo una vita intera

Recita un proverbio ebraico: “Dio non poteva essere ovunque per questo ha creato le madri”. Il rapporto con la mamma, il primo sperimentato da un neonato che per diversi mesi la percepisce come un prolungamento di sè, non come entità distinta.

Ogni donna intende e vive la maternità in maniera diversa, non è un mestiere che si apprende, si va un pò di “pancia”, l’unico segreto è quello di seguire il proprio cuore e istinto. Spesso rispetto a quello con un figlio maschio il rapporto con una figlia è più complesso, conosce profonde evoluzioni, può sperimentare l’antagonismo.

Trascorso il periodo dell’infanzia, durante il quale nella stragrande maggioranza dei casi ogni figlia adora la propria mamma, la imita, si diverte a truccarla, a camminare con le sue scarpe, dall’adolescenza il rapporto cambia radicalmente.

Adolescenza: come cambia il rapporto

La figlia deve compiere un passaggio importante, cercare se stessa, differenziandosi dal modello della sua mamma, a volte escludendola.

E’ il periodo delle battaglie, dei no, delle richieste, delle critiche reciproche, dei “tu non mi capisci” del “se avessi risposto io così a mia madre…”.

E’ il periodo della ribellione, una figlia adolescente critica rabbiosamente il look della mamma, si diverte a sottolineare i suoi difetti e mancanze, per poi magari sottrarle qualche capo dall’armadio e indossarlo di nascosto. La mamma di una teenager la vorrebbe ancora vestire con di rosa o blu e la vede perennemente in leggins e t-shirt.

mamma figlia adolescente

Vale una considerazione: questa fase come tutte le stagioni della vita ha un principio e una fine e termina con la fine dell’adolescenza e l’ingresso nell’età adulta, spesso quando la figlia crea una famiglia sua, diventa a sua volta mamma e si ritrova dall’altra parte della barricata, catapultata nel ruolo di genitore. Si sente allora più vicina alla sua di mamma, della quale sente di aver bisogno per crescere i suoi figli e non solo, la comprende meglio, in fondo non esiste mestiere più difficile e meraviglioso di quello di genitore.

Chiara Macina

 

About Redazione

Prova anche

Occhio alla truffa “Congratulazioni hai vinto”. L’allarme della GdR

“Congratulazioni, hai vinto un virus” SAN MARINO. Ormai prolifera come un fungo la truffa “Congratulazioni, hai ...