lunedì , marzo 18 2019
Home / In Evidenza / Coppi e Bartali ancora insieme in un francobollo

Coppi e Bartali ancora insieme in un francobollo

Ritorna la mitica coppia del ciclismo

SAN MARINO.  L’Ufficio filatelico e numismatico celebra la “Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace” con una serie dentellata. Il primo valore, quello da 70 centesimi, richiama immediatamente lo storico passaggio della bottiglia tra Gino Bartali e Fausto Coppi, immortalato in una foto del 4 luglio 1952 e già visto nel dittico del 17 marzo 2010. Accanto a quella degli atleti impegnati nel ciclismo, ecco i riferimenti a pesistica (1,10 euro), nuoto (1,20 euro) ed equitazione (1,60 euro). Un’occasione per parlare di integrazione, collaborazione, sviluppo e solidarietà attraverso il grande messaggio che da sempre lo sport riesce a dare al mondo con la sua metafora: “raggiungere sempre nuovi obiettivi grazie alla determinazione, al gioco di squadra, all’intesa e al fair play”.

Coppi e Bartali ancora insieme in un francobollo

La Giornata internazionale

Le Nazioni Unite attribuiscono allo sport un ruolo centrale. L’Assemblea Generale ha istituito, con risoluzione 67/296, la Giornata internazionale dello sport per lo sviluppo e la pace che viene celebrata ogni anno e in tutto il mondo il 6 aprile, in memoria della data di inizio dei primi Giochi Olimpici del 1896, svoltisi ad Atene. Scopo della celebrazione è contribuire ad accrescere la consapevolezza del ruolo storico svolto dallo sport in tutte le società nel perseguimento di trasformazioni positive come la promozione di istruzione, salute, sviluppo, pace, parità di genere e integrazione sociale.

Specifiche

Data di emissione: 26 febbraio 2019
Valori: 4 valori da valori da €0,70, €1,10, €1,20 ed €1,60  in fogli da 12 francobolli
Tiratura: 30.000 serie
Stampa: offset a 4 colori, inchiostro invisibile giallo fluorescente a cura di Cartor Security Printing
Dentellatura: 13 x 131⁄4
Formato francobolli: 30 x 40mm
Bozzettista: Riccardo Guasco

Riccardo Guasco | Breve bio

Illustratore e pittore, nato ad Alessandria nel 1975. Influenzato da movimenti come il cubismo e il futurismo e da personaggi come Picasso, Depero, Feininger, disegna con linee semplici e pochi colori cercando la leggerezza della forma e il calore cromatico. Innamorato del manifesto come mezzo di comunicazione utile ad una buona educazione all’immagine, mescola poesia e ironia creando illustrazioni per far sorridere gli occhi. Le sue illustrazioni appaiono su campagne pubblicitarie, riviste, libri, cappelli e biciclette. Ha collaborato con The  New Yorker, Los Angeles Magazine, Eni, Diesel, Longines, Greenpeace, Emergency, Campo Viejo, Rapha, Thames & Hudson, Rai, Poste Italiane, L’Espresso, Vogue, Architectural Digest, Selle Royal.

About Michele Marino Macina

Prova anche

Il piacere delle piccole cose

Il piacere delle piccole cose: qual è il tuo? Intorno al senso della vita si ...