venerdì , giugno 22 2018
Home / In Evidenza / Appuntamento al buio con un libro

Appuntamento al buio con un libro

Appuntamento al buio con un libro

La catena di librerie indipendenti australiana Elizabeth’s Bookshop  ha lanciato un progetto che si chiama Blind date with a book, ovvero “appuntamento al buio con un libro”: lo scopo è quello di costringere i lettori ad uscire dalla loro “zona di conforto” che li porta a scegliere e a giudicare i libri solo sulla base delle copertine.

In pratica, ogni libreria della catena Elizabeth’s Bookshop propone uno scaffale dove i libri sono impacchettati in semplice carta marrone e riportano scritte a mano le parole chiave indicative di quella che è la trama. Così,  Il cacciatore di aquiloni di Khaledi Hosseini diventa “sulla carta”  romanzo d’esordio pluripremiato, proteste politiche nel Medio oriente, maggiore età, dilagante violenza, mentre  Mansfield parkdi Jane Austen, diventa “sensibile eroina, amore, classico, ragazza adottata”.

Il progetto ha riscosso molto interesse in pubblicità, ma soprattutto l’esperimento è risultato molto positivo per le vendite nei periodi classici di regali (Natale e San Valentino), perchè secondo Melanie Prosser, la direttrice della libreria di Newtown che ha avuto l’idea, si tratta di “è un bellissimo regalo che ti solleva da ogni responsabilità”.

Oltre ad avere uno scaffale di libri incartati in ogni negozio della catena, dove sono gli stessi membri dello staff a decidere quali debbano essere incartati, Elizabeth’s Bookshop ha aperto anche il sito dedicato Blind date with a book, oltre a un blog su Tumblr, un profilo su Instagram e una pagina Facebook, dov’è possibile acquistare anche in bitcoin oltre che con i metodi tradizionali.

 

Fonte: ilpost.it

 

About Valentina Polverelli

Prova anche

Cade un altro tabù: le prime nozze gay nella Famiglia Reale

Cade un altro tabù: le prime nozze gay nella Famiglia Reale Sicuramente, non avrà la ...