lunedì , novembre 18 2019
Home / In Evidenza / 1° dicembre: anche sul Titano si parla di HIV

1° dicembre: anche sul Titano si parla di HIV

Giornata mondiale contro l’AIDS 2017

Oggi 1° dicembre è la Giornata mondiale per la lotta all’Aids. La giornata è dedicata ad accrescere la conoscenza della malattia dovuta alla diffusione del virus HIV che dal 1981 ha ucciso oltre 35 milioni di persone, diventando una delle epidemie  più distruttive che la storia ricordi. Anche San Marino partecipa a questa celebrazione simbolica con le iniziative promosse dalla Segreteria di Stato alla Sanità e l’Istituto per la Sicurezza Sociale.

Le iniziative

Le iniziative in programma prevedono la presenza di professionisti dell’ISS per tutta la mattina, nelle Scuole Superiori, con incontri formativi suddivisi per le varie classi e fasce d’età. Nel pomeriggio, dalle 18:30 alle 20:30 al Macello, si terrà un “aperi-informa”, un momento di confronto con la presenza di medici dell’ISS che risponderanno a domande sul tema e distribuiranno materiale informativo. Infine alle 21, al cinema “Concordia” di Borgo Maggiore, è prevista la proiezione a ingresso gratuito, del film di Robin Campillo “120 battiti al minuto” (vietata ai minori di 14 anni).  In occasione della giornata mondiale di lotta all’AIDS è stata infine anche creata la pagina Facebook @Hivday.sanmarino dove sono presenti molte informazioni sulle iniziative e dove è anche possibile rivolgere domande per chiedere informazioni sull’HIV e su come proteggersi.

74 casi sul Titano

Sul Titano sono attualmente 74 le persone in cura,  dopo aver contratto il virus dell’Hiv. Di queste 18 sono donne e 56 uomini. La fascia d’età più colpita è quella tra i 50 e i 59 anni con 26 casi (di cui 20 maschi e 6 femmine), seguita da quella tra i 40 e i 49 anni con 23 casi (di cui 19 maschi e 4 femmine). Sono due i casi di residenti con età inferiore ai 30 anni (un ragazzo e una ragazza) mentre si registrano anche 16 casi di persone con una età superiore ai 60 anni, di cui 4 (3 uomini e una donna) con una età superiore ai 70 anni. La cura del cittadino sieropositivo e del malato di Aids avviene quasi esclusivamente a Rimini o comunque fuori territorio.

Rapporti sessuali non protetti

La principale causa di infezione, soprattutto a San Marino, è rappresentata dai rapporti sessuali, in quanto il virus dell’HIV si trasmette attraverso i fluidi corporei. Oggi l’infezione da HIV non è più solo diffusa tra omosessuali e tossicodipendenti, come prevalentemente si registrava in passato, ma è diffusa anche nella popolazione etero.

Mix di farmaci contro l’Aids

Le terapie attuali, che comprendono un mix di più farmaci, hanno compiuto notevole passi in avanti consentendo un miglioramento delle condizioni e dell’aspettativa di vita delle persone sieropositive, riducendo al tempo stesso le possibilità di contagio. Tuttavia non esiste ancora un vaccino efficace e quindi l’attenzione deve restare massima.

 

About Michele Marino Macina

Prova anche

Autoritratto: “Un saluto al mio mondo” di Caterina De Nisco

Caterina De Nisco ha partecipato al concorso d’arte a tema “Autoritratto”, organizzato dalla Carlo Biagioli ...